ANCONA – Si rafforza la rete nazionale di ricerca sull’anziano con l’intesa sottoscritta l’11 novembre a Palazzo Raffaello tra il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e il Ministro della salute Ferruccio Fazio. Il suo contenuto prevede la costituzione del network “Italia longeva – rete nazionale di ricerca sull’invecchiamento e la longevità attiva” con sede all’Inrca di Ancona.

La struttura coordinerà i punti di eccellenza italiani per raccogliere, elaborare e fornire consulenza, banche dati, indirizzi di politiche (socio) sanitarie e di protocolli di cura in tema di invecchiamento e longevità attiva. Il tutto coordinando competenze scientifiche sanitarie, sociali, economiche, tecnologiche ed umanistiche.

La scelta è caduta sulle Marche perché, spiega il presidente, “è tra le aree con il più alto tasso di longevità su scala nazionale e soprattutto perché da tempo porta avanti l’impegno in una politica progettuale attenta alla realtà dell’anziano per tutelarne le fragilità e promuoverne le potenzialità a favore della comunità”.

Rendere l’anziano il protagonista della vita sociale, migliorando la qualità della vita: questo è l’obiettivo del programma. Le attività strategiche del network troveranno occasione di sviluppo grazie alle strutture del nuovo ospedale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 80 volte, 1 oggi)