SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Oltre cento ragazzi delle scuole superiori del Piceno impegnati in un programma innovativo per conoscere meglio l’Unione Europea. E’ entrato nel vivo il progetto UExte 2010 – promosso tra gli altri dal Ministero della Gioventù e realizzato dallo sportello Eurodesk e l’Ufficio Europa della Provincia, che sta interessando gli studenti del Liceo Classico Stabili-Trebbiani, dell’Istituto per Geometri e dell’Itc Capriotti.

“Una grande opportunità di crescita per avvicinare e coinvolgere i giovani ai processi democratici che sono alla base dell’Europa di oggi”, ha dichiarato soddisfatto l’assessore provinciale alle Politiche Sociali, Pasqualino Piunti.

I giovani che partecipano avranno la possibilità di elaborare vere e proprie proposte di risoluzione del Parlamento Europeo, relative all’ambiente, alla mobilità educativa transnazionale e all’occupabilità/inculsuone sociale. Due rappresentanti di ciascun istituto presenzieranno infine ad una simulazione dei lavori che si svolgerà a Roma a metà febbraio. Qui, duecento ragazzi provenienti da tutta Italia valuteranno le bozze e sceglieranno quelle che, ottenuto il maggiore consenso, saranno presentate al ministro della Gioventù e all’intergruppo sulla Gioventù del Parlamento Europeo.

A livello nazionale sono circa quaranta gli enti locali, oltre alla provincia di Ascoli Piceno, che hanno deciso di aderire.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 53 volte, 1 oggi)