SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nell’ambito del progetto “Scuola di platea”, voluto dall’Assessorato alle Politiche Culturali e coordinato dall’Associazione Marchigiana Attività Teatrali, per avvicinare gli studenti alla realtà del teatro italiano, si è tenuto al teatro “Concordia” l’incontro tra una folta rappresentanza di studenti delle scuole superiori cittadine (in particolare dei licei Classico, Scientifico e Linguistico dell’ITC “Capriotti”) e i componenti della compagnia “Sinergie Teatrali” che venerdì 12 e sabato 13 novembre metterà in scena “Black Out”, lavoro tratto dal romanzo di Francesco Tranquilli.

A coordinare l’incontro Daniela Rimei, responsabile del progetto per l’AMAT, mentre gli attori hanno intervallato il colloquio con i ragazzi con brevi anticipazioni dello spettacolo prodotto dall’”Officina Concordia”.

Nel suo indirizzo di saluto, l’assessore alla cultura Margherita Sorge ha ribadito l’assoluta peculiarità del progetto, non solo perché dà modo ai ragazzi di entrare in contatto con chi fa teatro vivendo da vicino l’atmosfera del palcoscenico, ma anche perché quest’incontro avviene con attori piceni (tra cui il sambenedettese Piergiorgio Cinì) che mettono in scena un lavoro di un intellettuale locale come Tranquilli con il supporto produttivo di “Officina Concordia” che ha come baricentro proprio la struttura culturale cittadina.

Ricordiamo che i pochi biglietti ancora disponibili per assistere a “Black out”, che aprirà il cartellone della stagione sambenedettese, sono in prevendita presso la libreria “La Bibliofila” e, nelle serate di rappresentazione, al botteghino del “Concordia”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte, 1 oggi)