MARTINSICURO – Conoscere meglio il territorio riscoprendone il patrimonio storico-artistico e le bellezze naturalistiche. Anche quest’anno l’Antiquarium di Castrum Truentinum è stato inserito nel programma della Settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile che si tiene dall’8 al 14 novembre, promossa e patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco e dedicata in questa edizione al tema della mobilità.

L’obiettivo della manifestazione è quello diffondere le competenze, le sensibilità, le conoscenze e le capacità necessarie a costruire nuovi modi di interpretare e vivere gli spazi collettivi.

L’Antiquarium di Martinsicuro, in collaborazione con il C.e.a. Scuola Blu, ha organizzato per sabato 13 e domenica 14 due giornate all’insegna dell’ecologia e della mobilità sostenibile.

Si comincia sabato alle ore 17, presso la Torre di Carlo V, con la presentazione a cura dalle associazioni della Val Vibrata, degli itinerari naturalistici, storico-artistici, enogastronomici del territorio, percorribili con vari mezzi. Seguirà una degustazione guidata di prodotti tipici a cura di aziende locali.

Domenica 14 invece si tiene una passeggiata ecologica in bicicletta dalla foce del fiume Tronto fino alla Torre di Carlo V. Il ritrovo è alle ore 9,45 al Molo Nord di Martinsicuro. Nel tragitto, che si snoderà in via Marconi, via Piave, via Isonzo, via Roma e via Po, saranno effettuate delle tappe intermedie presso luoghi di grande importanza ambientale e storico-artistica della città. Per l’occasione verrà effettuata l’apertura straordinaria della Galleria e studio del poeta e scultore Mauro Crocetta.

L’arrivo all’Antiquarium terminerà in bellezza con una colazione offerta ai partecipanti e una visita gratuita  del Museo.

In caso di maltempo il ritrovo dei partecipanti è presso il Torrione di Carlo V, dove sono previste attività alternative.

“L’intento della manifestazione – hanno affermato gli organizzatori – è quello di incentivare l’utilizzo di mezzi ecologici per percorrere itinerari del territorio inediti ma importanti dal punto di vista storico-artistico e ambientale, spesso sconosciuti agli stessi cittadini. Attraverso un approccio multidisciplinare, si presenteranno luoghi che sono esclusi dai normali circuiti urbani e addirittura turistici. Lo scopo è anche quello di far conoscere realtà produttive del territorio e favorire il commercio a chilometri zero attraverso la degustazione di prodotti locali.

Il progetto ha l’ambizione di inserirsi all’interno di un più ampio programma di riqualificazione urbana con creazione di nuovi percorsi di turismo sostenibile e itinerari di viabilità cittadina”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 170 volte, 1 oggi)