SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Goleador. Lo è stato sempre ma in questa stagione Alessandro Di Girolamo ha dimostrato di più. L’attaccante del Porto d’Ascoli guarda i suoi rivali dall’alto della graduatoria marcatori promettendo battaglia per il mantenimento del primato. Squadra e società sono i suoi punti di forza al quale manda un sincero ringraziamento.

Alessandro, per la prima volta in cima alla classifica cannonieri. Emozionato?
«Sono molto soddisfatto per questo inizio di campionato ed orgoglioso di questo mio traguardo. Non mi era mai successo prima, inoltre siamo anche l’attacco migliore del girone: non potevo chiedere di più».

Questa esplosione è dovuta ad una preparazione fisica diversa o è merito dei compagni?
«Sono giovane e fisicamente sto bene. Questo certo aiuta ma indubbiamente devo rendere merito ai miei compagni, quest’anno stiamo costruendo un grande gruppo e sarà la nostra forza. Abbiamo elementi di grosso spessore uniti a giovani invibiabili che mi permettono di fare bene. Questi nove gol li dedico a loro».

Due triplette, una doppietta, una rete singola e senza rigori. Un bottino eccellente per queste nove giornate.
«Sicuramente non avrei mai pensato di partire cosi forte, sono veramente felice. Il mio obiettivo principale non è tuttavia la classifica cannonieri ma quello di giocarmi il campionato fino alla fine accanto ai miei compagni e al mister. Sono sicuro che insieme riusciremo a toglierci delle belle soddisfazioni».

Di Simplicio del Montottone con 8 e Caponi dell’Amandola con 6 ti tengono testa. Un messaggio da rivolgere a loro?«Mando un sincero in bocca al lupo a tutti e due. Garantisco, però, che la vetta se la dovranno sudare».

Quota 20 resta un utopia?
«Questa domanda andrebbe fatta a Deogratias mi trovo a meraviglia con lui, ha qualità tecniche di categoria superiore e se continuerà così a 20 ci arriverò e come».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)