SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Itb Italia, associazione di Imprenditori Turistici Balneari, ha scritto una lettera all’Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) per chiedere un suo intervento a difesa della categoria rispetto alla Direttiva Europea Bolkestein.

“Appurato ormai l’immobilismo e la rassegnazione delle altre associazioni categoria – è scritto nella lettera – la nostra associazione fatta di imprenditori per gli imprenditori, ha deciso di muoversi da sola per scongiurare, o almeno provarci a questo punto, l’applicazione dell’ormai celeberrima nostro malgrado direttiva Bolksenstein, che come è noto manderà all’asta le concessioni demaniali a partire dal 2015″.

E cerca di coinvolgere direttamente i sindaci, quei rappresentanti politici che sono i più vicini ai cittadini, e che, fino ad ora, poco hanno detto a difesa degli imprenditori balneari.

Questo un ulteriore stralcio della missiva: “L’applicazione della Direttiva Bolkenstein, in particolare, , comporterà l’effettuazione di gare d’appalto europee, aperte alle società di capitale di tutt’Europa. Questo significa lo stravolgimento del modello di turismo balneare italiano, basato sulla qualità, la relazione col cliente e l’attenzione al territorio, a favore di un turismo basato su società anonime, portatrici di un modello di turismo industrializzato e orientato a sviluppare stabilimenti balneari “all inclusive”, chiusi al rapporto con il territorio. Se pensiamo che l’indotto del turismo balneare vale 45 miliardi di euro, ovvero una fetta rilevante del Pil nazionale, vorremmo davvero che la Sua associazione lottasse al nostro fianco per farci uscire dalla Direttiva Bolkenstein e far valere la nostra valenza turistica balneare come una nostra tipicità, tipicità esclusivamente italiana”.

In conclusione l’Itb invita i sindaci dell’Anci a partecipare a iniziative comuni volte a tutelare, insieme, il nostro modello di turismo balneare, oltre ad allegare il documento condiviso redatto lo scorso 28 ottobre in occasioni degli al Residence Le Terrazze di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 118 volte, 1 oggi)