SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La mobilità sostenibile è il tema che si affronterà a San Benedetto nella “Settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile”. L’iniziativa con cui si è aperta coinvolge i ragazzi delle scuole elementari. Per sensibilizzare e informare i più piccoli, sono previsti infatti una serie di incontri, uno per ogni circolo didattico, dall’ 8 al 10 novembre.

Promossi dall’Amministrazione comunale, questi prevedono la messa in scena di brevi spettacoli comici, gag e giochi ispirati alle tematiche della mobilità sostenibile utilizzando palloncini, biciclette da clown, monociclo, magie e altro ancora. Gli insegnanti hanno rafforzato il messaggio del Comune invitando i bambini ad andare a scuola a piedi, in bici o con lo scuolabus.

Inaugurato il “Piedibus”, invece, per le scuole “Marchegiani” e “Piacentini”. È il sistema, già utilizzato alla scuola “Miscia” di zona Nord, che consente ai ragazzi di arrivare a scuola a piedi attraverso percorsi protetti e con la vigilanza di genitori.

Si ripropone in questa occasione “una campagna di sensibilizzazione rivolta a tutte le età che convinca i cittadini a cambiare abitudini e ad utilizzare il mezzo privato solo se veramente necessario“. Lo spiega l’assessore all’ambiente Paolo Canducci che, insieme al collega delegato ai trasporti Settimio Capriotti, ribadisce la disponibilità nel mettersi a disposizione dei genitori che vogliono sperimentare forme di “pooling car”: utilizzare una sola auto per portare a scuola più bambini.

Altri appuntamenti sono previsti per la settimana della mobilità Unesco. Saranno descritti nella conferenza stampa di mercoledì 10 novembre alle ore 12 in sala giunta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 164 volte, 1 oggi)