ASCOLI PICENO – L’associazione culturale “La Gru” si appella all’assessore alla Cultura della Regione Marche Pietro Marcolini e all’assessore con delega al  Piceno Antonio Canzian chiedendo un contributo economico per la realizzazione di alcuni importanti progetti; dopo 5 anni di lavoro autofinanziato, infatti, rischia di chiudere per mancanza di fondi.

Nata ad Ascoli Piceno nel 2005, insieme all’omonima rivista culturale e di poesia, diventa una delle più significative realtà nazionali di nuova cultura e scrittura artistica che vanta l’intervento di scrittori quali Roberto Roversi, Gianni D’Elia, Franco Buffoni, Jack Hirschman, di docenti e studiosi come Daniele Maria Pegorari, Luigi Alberto Sanchi , degli intellettuali francesi Aymeric Monville e Marwan Rashed, del giornalista Furio Colombo, del Presidente della Commissione parlamentare sulle stragi Giovanni Pellegrino e la collaborazione con la “Casa Pessoa” di Lisbona e l’Università di Innsbruck in Austria.

Annoverata nel 2010 dall’inserto culturale de “Il Sole 24 ore”tra le dieci realtà più significative in Italia, ha edito un e-book, Calpestare l’oblio, menzionato dal Corriere della Sera, Left, L’Unità ed altre testate quali Libero, Il Giornale, Il Foglio, Il manifesto, Micromega, da radio quali Radio3 e Radio24, da televisioni come RedTv.

A sostegno di questo appello, tutti i cittadini di Ascoli Piceno sono invitati ad inviare il proprio nominativo a mail@lagru.org.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 228 volte, 1 oggi)