MONTEPRANDONE- La dodicesima giornata d’andata dell’Eccellenza Marche è andata in archivio con 6 successi (di cui 2 esterni che hanno in pratica cambiato le cose in vetta dando vita al sorpasso dell’Ancona sull’Elpidiense) e 4 pareggi (di cui due a reti bianche ed altrettanti 2-2) .
I VERDETTI DELLA GIORNATA:
TESTA: Stranezze del calcio. Clamoroso ribaltamento in vetta dove l’Elpidiense (che non vince da 3 giornate) che , aveva mantenuto domenica scorsa il suo primato nello scontro diretto di Del Conero è stata sconfitta in casa dal neopromosso e sempre più sorprendente Corridonia, perdendo in un colpo solo l’imbattibilità ( complessiva ed interna) e soprattutto il primo posto, guadagnato dall’Ancona 1905 (miglior attacco del torneo con 21 reti realizzate ed unica squadra assieme al Tolentino ancora imbattuta) già da ieri vincendo pur senza impressionare e col minimo scarto nell’anticipo del Nicolai di Centobuchi. Dunque dopo due tentativi falliti la compagine dorica (che fuori casa ha fatto per ora più punti di tutti:16) stavolta non ha sbagliato il terzo agguantando la tanto agognata poule position.
Mentre la squadra di Izzotti oltre a perdere come già detto primato e imbattibilità ha anche subito l’aggancio della Fermana (miglior difesa del torneo con soli 4 reti subite) che stavolta non ha toppato battendo l’Urbino ( al 5° ko in trasferta dove finora ha raccolto 1 solo punto così come l’Urbania) ma non col solito 1-0 (come in precedenti 7 occasioni) bensì segnando per la prima volta in questo torneo più di un gol, vincendo cioè col classico punteggio all’inglese di 2-0 (con reti dell’uruguagio Alagia e del camerunense Ekani). I canarini (al loro quarto successo consecutivo in casa dove hanno finora fatto più punti dii tutti:18) che hanno così riscattato il ko interno subito mercoledì in coppa Italia (col Grottammare) ora sono secondi (come già detto a pari punti con l’Elpidiense) a -1 dalla vetta.

PLAY OFF: Al quarto posto c’è sempre il Tolentino (che è la squadra assieme alla Sangiustese che finora ha raccolto più pareggi: 6) che pur rimanendo imbattuto (assieme all’Ancona 1905) non ha approfittato del passo falso dell’ex capolista Elpidiense pareggiando in casa con la neopromossa Belvederese (altra sorpresa positiva del torneo), per 2-2, rimontando due volte lo svantaggio con la doppietta del suo bomber ed attuale capocannoniere del torneo Tonici (a segno da 3 giornate consecutive e alla sua terza doppietta stagionale), il quale ha risposto all’altra doppietta della gara firmata dall’attaccante rosso-verde Rolon (salito a quota 4 reti), ma prima di firmare il definitivo pari, aveva anche fallito un rigore (sull’1-2) calciando il pallone alto sopra la traversa. La squadra cremisi resta a -4 dalla capolista (distacco invariato ma cambia il soggetto di testa che ora è l’Ancona).
Al quinto posto proseguono a braccetto il Corridonia (che la scorsa settimana aveva travolto sul campo ed agganciato in classifica il Real Montecchio) ed il Real Montecchio (al suo terzo successo interno consecutivo). La squadra di Ciarlantini ha compiuto come già detto in precedenza l’impresa della giornata espugnando Cascinare per 0-2 grazie ad una doppietta di Rosi (al terzo centro stagionale) ed interrompendo l’imbattibilità (anche interna) ed il primato dell’Elpidiense, centrando il suo terzo successo consecutivo (terzo consecutivo anche in trasferta dove finora il Corridonia è uscito sconfitto solo ad Urbania) , il quinto nelle ultime 6 gare (nelle quali non ha vinto una sola gara, quella interna con l’Ancona persa 0-2) e dunque dimostrando di essere una formazione ben organizzata. La matricola rosso-verde che da 3 gare non incassa reti, ha subito nel complesso per ora, solo 1 gol in meno del Centobuchi (17) peggior difesa, ma ne ha anche realizzato solo uno in meno rispetto all’Ancona (21) miglior attacco . Inoltre curiosamente si scopre che i corridoniani sono gli unici finora che hanno battuto tutte e 3 le compagini picene (1-2 all’Atletico Piceno, 2-1 al Grottammare e 0-1 a Centobuchi).
La formazione di Tresoldi al quarto successo nelle ultime 5 gare, invece ha battuto di misura ed in rimonta l’Atletico Piceno (che ha confermato la sua vena realizzativa, andando in gol per la 10° giornata consecutiva, ma di contro, ne incassa da 12 turni consecutivi) che era passato in vantaggio con una rete del solito Pezzoli .
CENTRO CLASSIFICA: Al settimo posto sale agganciando la Biagio Nazzaro (che ha pareggiato con la Vis Pesaro) il Montegranaro di Pasqualino Minuti che ha sconfitto (2-1) di misura la Cingolana (che ha fallito il rigore del possibile 2-2 con Carca il quale dunque ha mancato la doppietta personale) con un gol partita rocambolesco, segnato dal centrocampista Esposito con un tiro da metà campo.

Continua la risalita della Fortitudo Fabriano al suo terzo successo consecutivo che l’ha portata addirittura al decimo posto. Stavolta la squadra di Azzeri ha vinto in rimonta tra le mura amiche contro la Fulgor Maceratese grazie ad una doppietta del bomber argentino ex Samb Pablo Ferretti (che aveva segnato anche domenica al suo esordio, sul neutro di Offida contro il Grottammare), il cui secondo gol odierno è arrivato allo scadere (91′).

CODA: Prosegue il momento nero della Fulgor Maceratese (che dopo le prime 3 giornate era in testa alla classifica seppur in compagnia di Elpidiense e Tolentino) che come già detto, è stata rimontata e sconfitta nel finale a Fabriano incassando il 3° ko consecutivo, il quarto nelle ultime 5 gare (in cui la Maceratese ha raccolto solo un punto), e proprio questo score negativo ha spinto il tecnico Pierantoni a dimettersi anche se la situazione è ancora in stand-by visto che la società biancorossa ha chiesto prima un confronto giocatori-allenatore. In classifica la Fulgor è stata scavalcata da Fortitudo e Real Metauro e agganciata da Sangiustese ed Urbania (al suo primo punto esterno ma peggior difesa del torneo assieme ad Atletico Piceno e Centobuchi con 17 gol incassati fin qui) al 14°-16° posto.

Le tre squadre picene assieme all’Urbino (penultimo, nonchè la squadra che finora ha vinto meno di tutti: una sola volta, risalente alla 1° giornata) occupano gli ultimi 4 gradini della classifica.

L’Atletico Piceno (peggior difesa del torneo assieme a quelle di Centobuchi ed Urbania con 17 reti subite) quart’ultimo, dopo i due precedenti risultati positivi che aveva conseguito (pari ad Ancona e successo interno con la Sangiustese) è uscito sconfitto da Montecchio dove era come detto , passato in vantaggio col suo ritrovato bomber Pezzoli (che domenica scorsa al rientro aveva firmato una doppietta nel finale che era valsa i 3 punti contro la Sangiustese). Ma comunque anche in terra pesarese la formazione di Amadio nonostante la sconfitta ed alcune amnesie difensive ha dato segnali positivi , di essere viva e di potersela continuare a giocare con chiunque.

Il Grottammare (che non vince da 8 giornate) invece dopo l’exploit di Fermo in Coppa Italia, ha raccolto un buon pari (il terzo stagionale, il secondo consecutivo in trasferta) in casa di una Sangiustese (che non vince da 9 giornate ed è il peggior attacco del torneo assieme a quello del Centobuchi con sole 5 reti segnate, nonchè la squadra assieme al Tolentino che ha raccolto finora più pareggi : 6) ancora in cerca della sua identità. La compagine rivierasca con questo punticino che fa morale, ha staccato l’Urbino ed è ora terz’ultima.

Il Centobuchi invece resta anche questa settimana ultimo da solo. I monteprandonesi nell’anticipo del Nicolai contro l’Ancona pur giocando una gara dignitosa e perdendo solo di misura e con una rete viziata da presunto furigioco, non hanno potuto evitare la loro quarta sconfitta consecutiva (e senza andare a segno), la quinta nelle ultime 6 gare, nonchè la nona (su 12 gare) complessiva. La squadra di Nico (ancora a secco di punti e di gol segnati sulla panchina biancoceleste) si conferma peggior attacco (assieme alla Sangiustese) con sole 5 reti realizzate e peggior difesa (assieme a quelle di Atletico Piceno ed Urbania) con 17 reti subite.

CANNONIERI: Allunga Andrea Tonici del Tolentino in testa alla classifica marcatori portandosi a quota 9 reti, a seguire ben sei attaccanti a quota 6 gol: Argiolas (Ancona 1905), Bugiolacchi (Elpidiense Cascinare), Ludovisi (Grottammare), Nerpiti (Corridonia), Pezzoli (Atletico Piceno), Rondina (Real Metauro).

PROSSIMO TURNO:La 13° giornata prevede due interessanti testa-coda tra nobili decadute : con l’ Ancona 1905 (che non vince da due turni in casa) capoclassifica e miglior attacco che ospiterà la Sangiustese peggior attacco e la Fermana (ancora imbattuta in trasferta) che sarà ospite della Fulgor Maceratese (che non vince in casa dalla 3° giornata). Il big match della giornata sarà Elpidiense -Real Montecchio, una sfida che fino alla scorsa stagione andava in scena in Serie D. La squadra bianco-rosso-blu cercherà subito il riscatto scongiurando di ripercorrere le orme della Fermana dello scorso anno che dopo aver perso la vetta ebbe un crollo verticale. Da segnalare nel prossimo turno anche una bella sfida in programma tra le due formazioni più in forma in questo momento Corridonia e Fortitudo Fabriano ed il derby tra due squadre che rappresentano i capoluoghi di un’unica provincia Urbino (che finora in casa ha perso solo con l’Ancona e vinto solo con l’Atletico Piceno)-Vis Pesaro. Questo derby sarà anche una sfida tra i due fratelli gemelli Uguccioni (classe 89) : Luca (Urbino) contrapposto a Matteo (Vis Pesaro). Per quanto riguarda le formazioni picene: l’Atletico ospiterà il Tolentino (reduce come l’Ancona da 12 risultati utili consecutivi) quarta forza del torneo, il Grottammare (reduce in casa da 3 sconfitte consecutive) riceverà al Pirani (che tornerà disponibile dopo i lavori di manutenzione occorsi che hanno portato a giocare le due precedenti gare casalinghe in campo neutro: Cupra prima e Offida poi), la visita del Real Metauro (reduce da 5 risultati utili consecutivi) mentre il Centobuchi (l’unica squadra ancora a secco di punti esterni) sarà di scena a Cingoli (dove la squadra di casa ha ottenuto finora un solo successo interno quello di domenica scorsa con la Biagio Nazzaro).

Risultati 12° Giornata d’Andata, domenica 7 novembre 2010 ore 14:30:
Biagio Nazzaro Chiaravalle-Vis Pesaro 0-0; Centobuchi-Ancona 1905 (giocata sabato) 0-1 (al 55′ Cremona) ; Elpidiense Cascinare-Corridonia 0-2 (21′ e 84′ su rigore Rosi); Fermana-Urbino 2-0 (16′ Alaja, 90′ Ekani); Fortitudo Fabriano-Fulgor Maceratese 2-1 (al 3′ Cacciatori [F.M.], 31′ e 91′ Pablo Ferretti ); Montegranaro-Cingolana 2-1 (13′ Bosoni, 56′ Carca [C] , 75′ Esposito); Real Metauro-Urbania 2-2 (15′ Tassi [U], 20′ Cipolla [R.M.], 28’Giampaoli [R.M.], 60’Fraternali [U]); Real Montecchio-Atletico Piceno 2-1 (53′ Pezzoli [A.P.], 59′ Thomas Paoli, 76′ Campo); Sangiustese-Grottammare 0-0; Tolentino-Belvederese 2-2 (al 9′ Rolon [B], 23′ Tonici [T], 46′ Rolon, 74′ Tonici).
Classifica : Ancona 1905 28, Elpidiense Cascinare e Fermana 27, Tolentino 24, Corridonia e Real Montecchio 20, Biagio Nazzaro Chiaravalle e Montegranaro 17, Vis Pesaro 16, Fortitudo Fabriano 15, Belvederese e Cingolana 14, Real Metauro 13, Fulgor Maceratese, Sangiustese ed Urbania 12, Atletico Piceno 10, Grottammare 9, Urbino 8, Centobuchi 7.
Prossimo turno, 13° Giornata d’andata, domenica 14 novembre ore 14:30:
Ancona 1905-Sangiustese; Atletico Piceno-Tolentino; Belvederese-Montegranaro; Cingolana-Centobuchi; Corridonia-Fortitudo Fabriano; Elpidiense-Cascinare-Real Montecchio; Fulgor Maceratese-Fermana; Grottammare-Real Metauro; Urbania-Biagio Nazzaro Chiaravalle; Urbino-Vis Pesaro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 183 volte, 1 oggi)