SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è tenuta presso l’Auditorium del Comune di San Benedetto del Tronto la cerimonia di consegna di un assegno di 8 mila euro da parte dell’Associazione Tifosi Pro Samb alla Sambenedettese Calcio.

Presenti due tifosi eccellenti, l’ex vice presidente Giuseppe Valeri e il presidentissimo Ferruccio Zoboletti, che con un intervento “storico” ha infiammato i circa 40 tifosi presenti.

Diversi gli spunti che hanno caratterizzato la riunione, tra essi la nota stonata della mancata presenza di un rappresentante dell’Amministrazione comunale che Tps aveva invitato nella persona del sindaco Giovanni Gaspari o chi per lui.

Il relatore, nonché socio della Tifosi Pro Samb, Pier Paolo Flammini, ha fatto presente l’entità della somma raccolta (8298,41 euro), compresi gli ultimi 7 euro versati ieri da un altro tifoso con la motivazione dell’acquisto di un seggiolino da posizionare in tribuna laterale nord. Ottomila euro quelli consegnati con un assegno circolare nelle mani dei due massimi dirigenti rossoblu, il presidente Sergio Spina e il suo vice Claudio Bartolomei.

Per la foto di rito della consegna ufficiale è stato dato incarico al “più tifoso tra i Tifosi Pro Samb”, Roberto Di Giacomo.
Tra gli associati importanti interventi di Eros Spinozzi e di Vinico Capriotti. Entrambi, oltre ad essere certi che l’associazione crescerà come numero e quindi come peso economico, hanno invitato la città a non perdere l’occasione di avere una dirigenza onesta che vuol fare le cose per bene, per cui va aiutata da tutti i tifosi, se non si vuol vedere la Samb tornare in mano ad avventurieri pronti ad usare la Samb solo per interessi personali

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 762 volte, 1 oggi)