Porto d’Ascoli-Acquaviva 5-0

PORTO D’ASCOLI (4-4-2): Piunti, Guidotti, Mercatili (65’ Infriccioli), Malizia (58’ Massei), Tedeschi (59’ Ciribè), Nepa, Semini, Troiani, Pica, Deogratias, Di Girolamo.

A disposizione: Santarelli, Fiorino, Roma, Berganzi. Allenatore: Sirocchi.

ACQUAVIVA (4-3-3): Mandozzi, Casagrande, Parigiani, Perazzoli (46’ Mosca), Coretti, Olivieri, Neroni, Rocchi (67’ Pierantozzi), Amabili, Palestini, Rosetti (57’ Recchiuti).

A disposizione: Damiani, Macrì, Coccia. Allenatore: Spinozzi.

ARBITRO: Ait di Fermo.

MARCATORI: 12’ Pica, 27’- 36’- 70’ Di Girolamo, 33’ Troiani.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Eroica cinquina quella sciorinata dal Porto d’Ascoli ai danni di una volenterosa Acquaviva. Dominatori per tutti i novanta minuti, i biancocelesti hanno mostrato una forte sete di vittoria al quale gli ospiti hanno dovuto soccombere senza diritto di replica.

Avvio arancioceleste con Piunti che già al 1’ scalda i guantoni respingendo un tiro di Rocchi in angolo. Ancora Acquaviva con una gran botta di Rosetti terminata fuori. D’ora in poi è un monologo biancoceleste. Al 12’ il Porto d’Ascoli passa in vantaggio: taglio centrale di Deogratias per Di Girolamo, il tiro sbatte sotto la traversa, la palla torna in area, giunge Pica, graffiante tapin a gonfiare la rete.

Pica cerca la sua doppietta personale al 23’ quando da una cross corto di Di Girolamo ha l’occassione di bissare ma incespica con la palla che va fuori. Nessun problema perché al 27’ c’è il raddoppio locale: traversone di Deogratias, bordata di Di Girolamo alle spalle di Mandozzi. Non c’è respiro per gli ospiti che al 33’ subiscono il tris dall’ex: un missile di Troiani dalla corsia di sinistra fa scattare gli applausi in tribuna.

I ragazzi di mister Spinozzi provano a farsi noatre al 35’ con una punizione di Rocchi, Amabili fa partire una conclusione che Piunti in volo respinge, Neroni il più vicino alla sfera calcia con la palla che attraversa la linea di porta per essere spazzata dalla difesa locale. Trascorrono 60 secondi e il Porto d’Ascoli segna il poker: retropassaggio errato di Perazzoli, Di Girolamo prepara un sinistro, di piatto infila ancora Mandozzi.

Nella ripresa si attenuano i ritmi ma non il festival delle emozioni. Al 54’ Troiani prova dalla distanza, Mandozzi non trattiene e manda in angolo. Scocca il 70’ Di Girolamo partito in linea, giunge in area e con un gioco di gambe imbambola difea e portiere per la cinquina biancoceleste e sua tripletta personale, la seconda in questa stagione.

Inarrestabile Deogratias che offre assist a ripetizione come quello dato a Ciribè al 76’, di testa sfiora la sestina. Ancora un lancio di Deogratias all’indirizzo di Di Girolamo, la palla termina fuori. Ultimo sussulto all’83’ quando Massei serve Deogratias, il tiro angolato si spegne in corner.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 356 volte, 1 oggi)