SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb torna a Jesi esattamente un anno dopo il precedente confronto nel campionato di Eccellenza Marche: allora finì 2-2, con doppio vantaggio leoncello e grande rimonta firmata D’Angelo-Cacciatore. Dopo quella partita la Samb si trovava al terzo posto (a -7 dall’Urbania, lo stesso distacco dall’attuale capolista, il Teramo), mentre la Jesina addirittura al decimo: ma sono le due squadre che a fine campionato hanno conquistato il pass per l’attuale serie D, la Samb dopo aver stravinto il campionato e la Jesina dopo la sconfitta nella finale dei play-off nazionali e il successivo ripescaggio.

Quest’anno, imprevedibilmente, i ruoli tra le due squadre sembrano invertiti, con i leoncelli nei piani alti della classifica (nonostante il piccolo calo registrato nelle ultime 3 partite: 2 sconfitte e uno 0-0, un solo gol segnato, sebbene contro il Teramo) e la Samb che non riesce a trovare continuità di risultati pur essendo l’unica squadra ancora imbattuta. Gli obiettivi, comunque, sulla carta sono ben diversi: tranquilla salvezza per la Jesina, assente da diversi anni dalla serie D, vittoria senza mezzi termini per la Samb. Per ora, però, i rossoblu inseguono, e questo scontro diretto (che potrebbe valere l’aggancio alla Jesina) giunge in un momento nel quale l’appuntamento con i tre punti non può essere più rinviato.

Pochi i ritocchi alla squadra (guidata dal bravo mister Gianluca Fenucci) che nello scorso campionato aveva evidenziato una crescita continua di affiatamento e di prestazioni: un paio di under, il difensore Marini, le punte Francioni e Negro (assoluto protagonista finora con 5 gol messi a segno), più il centrocampista Cuttone, arrivato nei giorni scorsi a dar man forte alle inaspettate ambizioni dei leoncelli. La continuità sembra essere il punto di forza della Jesina, che a questo punto non vuole smettere di sognare il salto nel professionismo, pur nella consapevolezza del valore delle avversarie, prima di tutte la Samb.

Purtroppo nemmeno a Jesi ci saranno i tifosi rossoblu, già vittime di un assurdo divieto di trasferta a Recanati da parte del Casms: oltretutto la vendita dei biglietti sarà limitata ai residenti a Jesi, cosa che ha fatto imbufalire anche la dirigenza del club leoncello, che vanta sostenitori anche nei comuni limitrofi. Rischia di essere ben triste, quindi, la “giornata del leoncello”, nella quale non saranno validi abbonamenti, accrediti e tessere omaggio.

Fenucci sarà costretto a rinunciare ai centrocampisti Strappini e Sebastianelli, squalificati, mentre rientreranno dalla squalifica gli attaccanti Bediako e Negro, ai quali la Samb dovrà fare molta attenzione. Nessuno squalificato, invece, tra le fila dei rossoblu. Si prospetta una gara interessante, con tutte e due le squadre motivate a far propria l’intera posta in gioco: purtroppo, con le incomprensibili limitazioni previste per entrambe le tifoserie, non tutti potranno godere dello spettacolo.

LA SCHEDA
Jesina Calcio
anno di fondazione: 1927
colori sociali: biancorosso
presidente: Marco Polita
allenatore: Gianluca Fenucci
stadio: “Pacifico Carotti” (5.000 posti)

Rosa 2010/11:
PORTIERI Olmo Callimaci (1991, conf), Rosario Niosi (1982, conf)
DIFENSORI Michele Alessandrini (1986, conf), Luca Campana (1993), Nicola Focante (1983, conf), Michele Lucarini (1990, conf), Alex Marco Marini (1983, Riccione), Gianluigi Pascucci (1992, conf), Matteo Rossi (1984, conf), Florin Stamate (1990, Castelfrettese)
CENTROCAMPISTI Alessio Alessandrelli (1991), Yuri Bugari (1978, conf), Edoardo Costantini (1991, Piano San Lazzaro), Alessandro Mattia Cuttone (1984, Russi), Mattia Frulla (1992, conf), Matteo Santoni (1992), Leonardo Sassaroli (1991), Stefano Sebastianelli (1980, conf), Marco Strappini (1981, conf)
ATTACCANTI Vincenzo Bediako (1991, conf), Alessio Catani (1990, conf), Emanuele Francioni (1986, Bastia), Tommaso Gabrielloni (1982, conf), Giuseppe Negro (1986, Urbino), Mirel Cosmin Stamate (1992, conf), Andrea Tarenzi (1990, Piano San Lazzaro)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 661 volte, 1 oggi)