COLONNELLA – “Partecipazione” è stata la parola ricorrente che ha caratterizzato la serata di venerdì 5 dicembre, in cui l’associazione “Colonnella LiberaMente” si è presentata alla cittadinanza. In una sala dell’hotel Bellavista gremita di gente, i membri del consiglio direttivo, in un dibattito moderato dal giornalista di Tv6 Tony Zitella, hanno spiegato le finalità e gli scopi dell’associazione, che vuole essere un contenitore di idee e progetti per migliorare la città di Colonnella, a cui tutti sono chiamati a portare il proprio personale contributo.

“LiberaMente” traccia idealmente il solco del percorso, che però dovrà essere battuto e definito con la partecipazione dell’intera collettività. Un percorso che i membri del direttivo non escludono possa anche portare a correre per le prossime amministrative della primavera 2011.

“Perché questa nuova associazione? – ha esordito il presidente Franco Cucco, medico condotto che lavora a Colonnella – Ce n’era bisogno? Probabilmente sì, perché i bisogni nascono quando le esigenze del singolo diventano aspettative di molti, e quando le idee convergono in un obiettivo comune”.

Numerose le tematiche affrontate nel corso della serata, inerenti essenzialmente la situazione locale, come la crisi economica che ha colpito molte aziende sul territorio e che ha portato un crescente tasso di disoccupazione tra i cittadini, la scarsa percezione della sicurezza, il ruolo e le aspettative nei confronti della politica.

E’ stato anche presentato il sito internet, che sarà attivo nei prossimi giorni, e sono stati distribuiti questionari anonimi in cui si chiede di dare un parere su aspetti inerenti la città di Colonnella, con la possibilità di scrivere proposte e suggerimenti.

“L’associazione vuole dare corpo, fiato e coraggio a tutti coloro che hanno qualcosa da dire su Colonnella, ma che non hanno mai avuto la possibilità di farlo finora” ha aggiunto Mirella Pontuti, membro del consiglio direttivo.

“Vogliamo che la politica, nella migliore accezione del termine – ha proseguito Cucco – esca dai palazzi e torni nelle piazze, nelle mani dei cittadini che devono poter scegliere il proprio futuro. E nelle nostre intenzioni vorremo che nessuno si possa sentire escluso. Non cerchiamo avversari, non abbiamo nemici da combattere, cerchiamo proposte alle quali poter dare un seguito”.

“Colonnella LiberaMente – ha aggiunto – è un tentativo di sistema gestione paese, una gestione integrale ed integrata nelle realtà circostanti: c’è un mondo attorno a noi che viaggia ad una velocità impressionante, dobbiamo salire sul treno, non rimanere in stazione a guardare gli altri che viaggiano verso un futuro migliore. Su quel treno dobbiamo esserci anche noi”.

Cucco poi fa riferimento all’attuale classe politica, a tutti i livelli istituzionali, nei confronti della quale constata un senso di generale sconforto da parte dei cittadini: “i nostri parlamentari passano più tempo dietro agli schermi tv che sugli scranni del parlamento. E i bisogni della gente? Se non possiamo incidere nella vita della nostra Repubblica, cerchiamo magari di farlo nel nostro paese, con gli strumenti che abbiamo a disposizione”.

Precisa poi che l’associazione non intende proporre ai cittadini una lista elettorale con allegato programma. In vista delle prossime elezioni, il compito di LiberaMente sarà quello di lanciare “proposte, richieste e progetti da realizzarsi per Colonnella”, ma anche critiche verso una futura amministrazione comunale, a cui l’associazione dovrà comunque sopravvivere.

“Ma non voglio nemmeno escludere – ha concluso – che in futuro, se ci sono cittadini che si riconoscono nei principi dell’associazione, si possa dar vita a nuove formazioni atte a cimentarsi nella competizione elettorale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)