SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il governo di Internet riguarda tutti: istituzioni pubbliche, università, aziende private e cittadini. Chiunque voglia intervenire all’Internet governance forum Italia potrà farlo il 29 e 30 novembre prossimi presso la sede romana del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr).

L’edizione italiana, la terza dal 2008, si innesta nel gruppo di iniziative a livello nazionale, continentale e mondiale promosse dal Segretariato generale delle Nazioni unite per discutere dei criteri che possano garantire la sostenibilità, la robustezza, la sicurezza, la stabilità e lo sviluppo di Internet. Inoltre facilitare lo scambio di informazioni e buone pratiche avvalendosi delle competenze in seno alle comunità accademiche, scientifiche e tecniche; contribuire alla ricerca di soluzioni alle problematiche connesse all’uso e all’abuso della rete specialmente da parte degli utenti finali; aiutare i Paesi in via di sviluppo nei processi legati alla governance della Rete valorizzando le risorse umane del luogo.

La novità proposta quest’anno consiste nella possibilità di organizzare incontri in città e in momenti diversi dalle due giornate presso il Cnr. In questo modo, nelle intenzioni degli organizzatori, si tenterà di “ampliare e rafforzare la partecipazione all’Igf su tutto il territorio nazionale, soprattutto da parte di soggetti nuovi che non hanno partecipato alle edizioni precedenti”.

Il programma prevede importanti temi e protagonisti. Nella giornata del 29 novembre: “2010: Internet in Italia” dibattito con Tullio De Mauro docente universitario di Linguistica, Domenico Laforenza direttore dell’Istituto di informatica e telematica presso il Cnr di Pisa, Stefano Rodotà docente universitario di Diritto civile. Dalla banda larga, alla cultura digitale degli italiani; dai temi giuridici, ai numeri della rete nazionale; dalle implicazioni sociali ed economiche ai prossimi sviluppi tecnologici.

A seguire “Internet nelle proposte della politica” dibattito con Guido Scorza docente universitario di Diritto dell’informatica, Paolo Gentiloni deputato e altri parlamentari della sedicesima legislatura. Dalla proposta bipartisan per l’abrogazione dell’articolo 7 del decreto Pisanu (regole per il wi-fi pubblico ndr), alle modifiche apportate al decreto Romani, al disegno di legge sulla neutralità della Rete.

Il 30 novembre ci saranno gli incontri tematici tra i quali si segnalano: “Dove sei Ipv6?” con Gabriella Paolini del Garr (Gruppo per l’Armonizzazione delle Reti della Ricerca) e “Wi-fi esperienze pubbliche a confronto” con Francesco Loriga Provincia di Roma.

Apriranno la manifestazione Luciano Maiani presidente del Cnr, Renato Brunetta Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Nicola Zingaretti presidente della Provincia di Roma, Juan Carlos De Martin codirettore del centro Nexa per Internet e società presso il Politecnico di Torino, Stefano Trumpy presidente di Internet society Italia, Markus Kummer coordinatore esecutivo del Segretariato Onu per l’Internet governance forum.

La registrazione alla due giorni romana è possibile on-line.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 152 volte, 1 oggi)