TERAMO – L’Unione dei Comuni della Val Vibrata boccia la proposta deliberata dalla giunta Catarra, e da inviare al Ministero dell’Interno, di ridimensionare i collegi elettorali da 24 a 19.

“I sindaci dell’Unione – si legge in una nota – non entrano tecnicamente nel merito della proposta formulata dalla giunta provinciale, criticano però il modo di operare della stessa giunta, che ha elaborato il testo senza alcuna forma di concertazione con le amministrazioni locali”. I Comuni della Val Vibrata chiedono pertanto la revoca della delibera adottata e l’apertura di un tavolo di concertazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 62 volte, 1 oggi)