RIPATRANSONE –  Com’è ormai tradizione da diversi anni, il mese di novembre è per la cittadina ripana l’occasione per promuovere e valorizzare le eccellenze locali con la manifestazione “Le vie di Bacco”, organizzata dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con le aziende del territorio.

Anche quest’anno sarà possibile degustare a prezzi contenuti vini e piatti tipici della cucina ripana e picena, presso i numerosi ristoranti e le aziende che aderiscono all’iniziativa.

La manifestazione – spiega  il sindaco di Ripatransone Paolo D’Erasmo – è nata con lo scopo di valorizzare i prodotti di qualità del territorio ripano e nelle varie edizioni ha riscosso grande successo, consolidandosi nel tempo e coinvolgendo un numero sempre maggiore di ristoratori e produttori.

Con “Le vie di Bacco” – prosegue il sindaco – si intende mettere a sistema gli operatori, sviluppando un vera e propria rete territoriale del settore agricolo locale che conta 400 aziende.

L’Assessore alla Cultura Remo Bruni , promotore della manifestazione insieme al sindaco e agli Assessorati al Turismo e all’Agricoltura, sottolinea che la tracciabilità e la rintracciabilità dei prodotti sono fattori determinanti per il successo di questa iniziativa enogastronomica, poiché permettono di stabilire un rapporto di fiducia tra il consumatore e il produttore.

A “Le vie di Bacco”, in programma dal 6 al 28 novembre, parteciperanno le cantine Colli Ripani, D’Angelo Bernardo, Damiani Pasqualino, La Fontursia, La Vite Maritata, Le Caniette, Nibi Salvatore, Perozzi Camillo, Poderi Capecci San Savino, Tenuta Cocci Grifoni, Villa Grifoni e la nuova Cantina Gozzana della famiglia Nucci, tutte appartenenti all’associazione “Città del Vino”.

Sarà possibile gustare ricchi menù a base di piatti tradizionali presso i ristoranti Barone Rosso, I Calanchi, Iervasciò, La casa di Giusi, La Cascina dei Ciliegi, La Contrada, Lu Cuccelò, Pietra Antica e Relais del Colle.

Aderiscono alla manifestazione anche dieci oleifici dell’associazione “Città dell’Olio”: Acciarri Bruno, Cardarelli Maurizio, Colli Ripani, Frattini Laura, Iervasciò, La Fontursia, Nibi Saro, Podere del Nonno, Tenuta Cocci Grifoni e Villa Grifoni.

Da segnalare – prosegue l’assessore Remo Bruni – anche l’incontro-dibattito “Storie di Uomini e di Vini” che si terrà sabato 13 novembre alle 18,30, presso l’ex Consorzio Agrario, a cura del Museo della Civiltà Contadina ed Artigiana di Ripatransone. Al termine seguirà la 5 ͣRassegna dei Piccoli Produttori del “Vin Santo di Ripatransone” e la degustazione guidata del prodotto.

L’assessore Bruni riferisce inoltre che si stanno portando avanti i lavori per trasferire il Museo, attualmente ospitato nella cripta di San Filippo, in una nuova e più idonea sede presso l’ex Cantina Cardarelli, dove 500 mtq saranno destinati alle testimonianze della Civiltà Contadina ed Artigiana e 100 mtq saranno dedicati al nascente Museo del Cavallo di Fuoco.

A chiudere il ricco programma della manifestazione “Le vie di Bacco” sarà domenica 5 dicembre la Festa di S. Nicolò presso il Quartiere di Monte Antico. Dalle ore 15 fino a sera sarà possibile degustare vino brulé, cioccolata calda e dolcetti tipici. Prenderà avvio anche il Mercatino di Natale e la festa sarà allietata dall’esibizione delle cornamuse.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 581 volte, 1 oggi)