SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lunedì mattina è venuto a mancare dopo una malattia Albano Santirocco, un importante e conosciuto esponente del mondo imprenditoriale e sportivo sambenedettese, consigliere di amministrazione della Banca Picena Truentina. Vi riproponiamo una intervista pubblicata sul nostro settimanale esattamente un anno fa. Lo storico e giornalista Pino Perotti, per l’occasione, lo aveva incontrato per il nostro giornale e con lui aveva rievocato carriera imprenditoriale, passioni politiche, passioni sportive.

dal settimanale Riviera Oggi numero 802 (novembre 2009)

Vorremmo recuperare, in questa rubrica “Che fine hanno fatto”, le occasioni per proporvi di volta in volta personaggi locali che con la loro opera ed il loro successo stanno dimostrando quante dinamiche e vitali siano le risorse umane che questa nostra provincia è in grado di esprimere.
Oggi ci soffermeremo sul sambenedettese Albano Santirocco, non tanto per il suo successo imprenditoriale quanto per il suo stile di vita e la sua caratura personale. Ha iniziato come ragazzo di bottega per poi rilevare dal suo datore di lavoro una piccola azienda di attrezzature (bilance e similari) per negozi.
Lo abbiamo incontrato in un noto bar della città e ci siamo resi subito conto che la sua capacità di comunicare è così coinvolgente che riesce a creare immediatamente intorno a sé un clima di simpatia ed amicizia.
Abbiamo iniziato l’intervista, di fronte a dei bicchieri ben “acconciati” ed… ecco i frutti del nostro lavoro.

di PINO PEROTTI

Lei è titolare della società FrigoMarket clima. Ci racconti sinteticamente la sua storia imprenditoriale.
“Ho iniziato come ragazzo di bottega per poi rilevare dal mio datore di lavoro un piccolo commercio di attrezzature per negozi. Quindi ho sviluppato tale attività costituendo una società con mio fratello Eugenio ed alcuni collaboratori, in modo da poter estendere l’azienda nel campo della climatizzazione. Da un paio di anni sto puntando decisamente al settore delle energie alternative”.
Quali le motivazioni per questa sua espansione verso tale settore?
“Sono convinto che rappresenti il cuore ecologico del nostro futuro e, di conseguenza, una delle fondamentali direttrici di sviluppo della nostra società, non solo sotto il profilo economico ma, anche e soprattutto, sotto quello ambientale e di qualità della vita”.
Chi è Albano Santirocco nella vita?
“Mi considero un ottimista testardo che crede nel dialogo e nella importanza dell’Amicizia nei rapporti fra le persone”.
La politica fa parte del suo mondo?
“Sin da giovane sono stato attratto da personaggi storici come Mazzini e Garibaldi, pertanto ho creduto fortemente nella politica del Partito Repubblicano Italiano che si ispirava alle idee mazziniane, fondando con altri amici la sezione di San Benedetto del Tronto. Sono rimasto su questa linea restando attratto più dalle personalità individuali che dalla politica di facciata.
Ama l’arte?
“Senza l’arte, per me, la vita si priverebbe delle emozioni più profonde. Abbiamo validi artisti a San Benedetto. Ho stimato il pittore Mario Lupo nelle cui opere rivedo le radici della mia terra natìa”.
E’ uno sportivo praticante?
“Sono nato sotto il segno dell’ariete e, per carattere, non posso stare fermo. Cammino molto volentieri, vado in bici quando il tempo me lo consente e gioco ancora a tennis nel circolo “Giorgio Maggioni” della nostra città, dove sono socio e dove per diversi anni ho ricoperto la carica di vice-presidente. Il tennis mi ha permesso di conoscere personaggi e sportivi illustri come Nicola Petrangeli, il ‘sambenedettese acquisito’ Rino Tommasi (tennista e giornalista professionista) ed anche il campione rumeno Ilie Nastase, che fu numero 1 al mondo verso la fine degli anni sessanta”.
Concluda lei…
“Ringrazio sentitamente per l’interessamento, formulando gli auguri alla redazione ed a tutti i lettori, nella speranza che la rubrica possa proporre in futuro tanti altri nuovi personaggi sambenedettesi, considerevoli di questa importante ribalta”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 765 volte, 1 oggi)