COLONNELLA – Mentre proseguono gli incontri tra il commissario straordinario Terracciano e i sindacati per cercare potenziali acquirenti dell’Atr di Colonnella (un incontro è previsto anche in Comune tra il sindaco Iustini, l’onorevole Di Stanislao e alcuni dirigenti di Finmeccanica), il gruppo rende noto che è stata avviata  negli stabilimenti della Val Vibrata la produzione della nuova minicar SLC K300, una vettura a due posti del peso di soli 300 kg.

Il modello ha telaio, carrozzeria ed interni completamente in fibra di carbonio (che garantisce allo stesso tempo anche elevati standard di sicurezza), con un design innovativo caratterizzato dalle portiere ad apertura ad “elitra”, ideale per gli spostamenti cittadini e facile da parcheggiare, viste le sue dimensioni ridotte (2,6 metri di lunghezza, 1,4 m di larghezza e 1,2 m di altezza). Raggiunge fino a 110km orari ed è dotata di una roll bar antiribaltamento.

“Con la nostra minicar guardiamo ad una fascia di mercato fatta da acquirenti giovani e di reddito medio – ha spiegato Salvatore De Bellis responsabile Marketing del Gruppo Atr -, sfatando la leggenda che i materiali compositi in fibra di carbonio abbiano costi elevati e siano riservati ad una nicchia di clienti. Poi, oltre al costo contenuto, la SLC K300 è una minicar leggera, sicura, che riduce le emissioni di Co2 nell’ambiente”.

La nuova “super light car” è stata presentata con successo a Genova, in occasione dell’ultimo Salone Nautico. Proprio per via delle dimensioni e del peso ridotti, infatti, la minicar è un perfetto tender a motore rivolto al mondo della nautica e a coloro che, utilizzando lo yacht, vogliono spostarsi in città, per arricchire la loro vacanza con escursioni su strada.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 605 volte, 1 oggi)