SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pomeriggio d’inferno quello vissuto da un’anziana sambenedettese la cui casa è stata totalmente ribaltata dai ladri.

Mercoledì pomeriggio, intorno alle ore 19:00, l’anziana donna di 83 anni ha ritrovato l’intero appartamento, situato in una parallela del lungomare di San Benedetto, completamente sotto sopra. Ad avvertirla è stata la figlia maggiore che vive qualche piano sopra di lei, che rientrando nel condominio è stata fermata da alcuni vicini che le hanno detto di aver sentito parecchi rumori poche ore prima.

La porta dell’appartamento è blindata tanto che i malviventi hanno dovuto buttare giù un intero muro per poter entrare. Si pensa a persone che conoscevano le abitudini della signora che vive da sola con il nipote, neanch’egli presente in casa. L’anziana donna quel giorno si trovava a casa della figlia minore a Pagliare del Tronto ed ha appreso della notizia solo in tarda serata.

I maggiori danni sono stati creati nella camera del nipote dove ogni oggetto era sul pavimento. Poi i ladri sono passati direttamente alla camera della donna nella quale hanno trovato e portato via oro e soldi. Si pensa possa essere un atto premeditato e mirato verso il nipote della signora visto le condizioni in cui hanno lasciato la sua camera.

L’unica nota positiva in tutta questa storia è l’assenza in casa dell’anziana donna che ha così potuto evitare il peggio. “Mi chiedo come abbiano fatto ad entrare, buttare giù un muro e non essere fermati da nessuno. Devono conoscerci per forza perché come potevano sapere che io non c’ero visto che, essendo anziana, sono sempre dentro casa?”, ha commentato l’anziana signora visibilmente affranta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.019 volte, 1 oggi)