MONTEPRANDONE – Prosegue la fiera Tech&Food presso il Centro logistico “Marconi”, solo nella prima giornata ha registrato circa 6000 visitatori.

Nella seconda giornata, quella di lunedì, sono state protagoniste  le scuole alberghiere di San Benedetto del Tronto, Senigallia, Loreto, Porto Sant’Elpidio, Cingoli e Giulianova che hanno partecipato all’edizione mattutina del “Cappuccino dell’anno”, a cui è seguita la presentazione “Officina dei Sapori, la scuola dei maestri del gusto”. Sono intervenuti Enzo Giammarino, presidente dell’Ecotur abruzzese e direttore della Confesercenti regionale abruzzese e Angelo Pellegrino, direttore di Cescot Abruzzo. «Sono sorpreso positivamente dalla massiccia presenza di persone e di stand – ha commentato soddisfatto Giammarini -, è stato davvero un bel progetto per la Cooperativa Adriatica e sono fiero di avervi potuto prendere parte».

Dello stesso avviso Pellegrino: «Sono felice di poter prendere parte al “Tech&Food”. Il mio intervento serve a far conoscere la scuola “Officina dei Sapori” nata da esigenze di lavoro, dopo una ricerca di mercato effettuata sul tema. Siamo partiti con l’idea di creare addetti al banco macelleria, gastronomia, pesce e panificatori, barman, addetti al servizio, gelatai. La scuola di formazione si svolge a Sulmona, in provincia de L’Aquila, dove ovviamente ci siamo impegnati a riorganizzare il lavoro dei terremotati, cercando di inserirli in nuovi contesti lavorativi».

Successo nella mattinata per il concorso delle scuole e nel pomeriggio oltre 100 professionisti si sono cimentati per raggiungere l’ambito premio del “Cappuccino dell’anno”. In sala congressi si è svolta la conferenza su “Le energie rinnovabili per le strutture ricettive: risparmio sui costi e creazione di un vantaggio competitivo nelle nuove dinamiche dell’ecoturismo” a cura della CNA di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 339 volte, 1 oggi)