ASCOLI PICENO- Continuano a giungere alla Sezione Polizia Stradale denunce e segnalazioni di tentativi di truffe messi in atto mediante il trucco dell’urto degli specchietti laterali dei veicoli.

Il truffatore simula un urto tra la sua auto e la vostra all’altezza degli specchietti: poi scende dalla sua automobile e  chiede dei soldi per comporre bonariamente la vicenda senza interessare le assicurazioni.

In tali situazioni si raccomanda sempre di non aderire ad alcuna richiesta se si è certi che non vi sia stato alcun urto, di chiedere   l’intervento di una pattuglia delle Forze dell’Ordine o in alternativa di compilare il CID per l’incidente per far sì che l’assicurazione risarcisca l’eventuale danno.

A quel punto il richiedente sicuramente rinuncerà alla sua richiesta. In sede di denunce di questi fatti è importante poter contare sul numero di targa dell’auto di cui si serve il truffatore: pertanto ove possibile  è opportuno annotarsi in maniera discreta la targa in questione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.259 volte, 1 oggi)