SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lezioni, laboratori, giochi. Tutta dedicata al software libero la giornata di sabato 23 ottobre: conferenze di mattina presso il Liceo scientifico e l’Istituto tecnico commerciale della città; installazioni, approfondimenti e divertimento dalle 16:00 in poi presso il Centro giovani di via Tedeschi.

Più di 130 le località italiane aderenti all’iniziativa voluta da Ils (Italian linux society) per promuovere l’uso e la conoscenza di Gnu/Linux. Un pinguino come mascotte, il sistema operativo è adatto ad una grande quantità di dispositivi: computer domestici, portatili, server, cellulari e videogiochi.

Il sistema prende il nome dal codice (kernel) scritto dall’ingegnere finlandese Linus Benedict Torvalds nel 1991 e si basa su software libero cioè liberamente modificabile e ridistribuibile da chiunque. Difatti i Cd contenenti il sistema operativo e le applicazioni si chiamano distribuzioni e possono essere a pagamento o no. Tra quelle commerciali Red hat, Suse, Novell;  tra le gratuite Ubuntu, Fedora, Debian, Mandriva, CentOS. A questa ultima categoria appartengono diversi progetti orientati alla didattica e alla formazione come Edubuntu, pensato e architettato per l’utilizzo nelle scuole, dalle elementari in su.

Ed  è proprio con un occhio al mondo dell’istruzione che si sono organizzate le giornate del pinguino nel 2009  e 2010. Il Dossier scuola è una iniziativa di Ils che si propone di raccogliere le esperienze degli istituti italiani che hanno già adottato il software libero nelle loro strutture e nell’attività didattica: una raccolta di motivazioni, suggerimenti, progetti e buone pratiche di adozione.

Lo scopo è dimostrare che esiste una alternativa al software chiuso per tutte le applicazioni quotidianamente utilizzate a scuola: programmi specifici per l’insegnamento di ciascuna materia, programmi per le attività di segreteria e ultimamente superfici interattive multimediali, sempre più diffuse alle medie e presto anche nelle elementari.

Interpretando lo spirito della manifestazione, il gruppo Linux di San Benedetto ha programmato interventi nelle scuole non solo per il giorno 23, ma anche per venerdì 22 ottobre quando, dalle 9 alle 12, verrà coinvolta l’Ipsia con un incontro dal titolo “Quelli che aspettano il LinuxDay”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 131 volte, 1 oggi)