GROTTAMMARE-REAL MONTECCHIO 0-1
GROTTAMMARE: Camaioni (91), Falà (92), Colletta (92), Traini, Attorresi, Faraone ( 84′ Cataldi 92), Bollettini, Allevi (92)- (46′ Mastrojanni), Ludovisi, Orlandi, Parma . A disposizione: Pompei, Cavaliere (92), Corradetti, Fanizzi (94) e Ubaldi (92- non previsto nei 18 odierni, ma poi con l’infortunio accorso a Gino De Angelis durante il riscaldamento ha preso posto in panchina) . Allenatore: Giuseppe Malloni
REAL MONTECCHIO: De Juliis; Marongiu (93), Della Chiara, Panisson (57’Fattori), Cameli, Ercoli, Vaierani, Thomas Paoli, Pandolfi, Campo (62′ Badioli), Luca De Angelis (92). A disposizione: Allegrini, Carciani (92), Pacassoni (91), Omiccioli (91) e Montanaro. Allenatore: Emanuele Tresoldi
ARBITRO: Mario Paoletti di Ascoli Piceno.
RETI: 17’ Campo (R.M.)
Espulsi: al 91’ Pandolfi (R.M.) e al 93’ Colletta (G) per entrambi rosso diretto, il primo per proteste , il secondo per un brutto fallo commesso.
Ammoniti: Faraone (G), Cameli (R.M.), Vaierani (R.M.), De Juliis (R.M.), Corradetti (G- ammonito per proteste dalla panchina senza entrare in campo), Traini(G), Della Chiara (R.M.).
Note: all’88’ Ludovisi (G) si fa parare un rigore a De Juliis (R.M.)
Angoli: 4-2.
Recuperi: 1’+5’.
Spettatori 250 circa, tra cui un gruppetto proveniente da Montecchio (Pesaro-Urbino) e alcune figure del calcio Dilettante tra cui il Diesse dell’Elpidiense (prossimo avversario del Grottammare) Claudio Cicchi, il tecnico della Samb Juniores Gabriele Consorti e gli allenatori Sestilio Marocchi ed Attilio Piccioni.
Annotazioni: Grottammare in tenuta blu con risvolti bianchi, Real Montecchio in tenuta rossa con risvolti bianchi.

CUPRA MARITTIMA-Dopo il ko di Corridonia , quello a Cupra, la musica non cambia. Continua anche in campo neutro (causa indisponibilità del Pirani dove sono in corso lavori di manutenzione) la serie negativa del Grottammare che incassa col Real Montecchio (che era reduce dal successo interno in inferiorità numerica con l’Urbania conseguito al 95′), nel 2° turno infrasettimanale (9° giornata) la quarta sconfitta consecutiva (la seconda “interna”), nonchè la sesta complessiva ( su 9 gare). Sconfitta meritata non per quanto fatto dai montecchiesi che hanno vinto col minimo scarto e sforzo ma per la pochezza dei contenuti offerti nel rettangolo verde del Fratelli Veccia dalla squadra di Malloni (alla sua terza sconfitta consecutiva sulla panchina biancoceleste, in campionato). A dire il vero questo ko avrebbe le sue attenuanti se si sbircia la formazione odierna, davvero rimaneggiata soprattutto dalla cintola in giù per le assenze degli squalificati Adamoli, Giovagnoli ,Oddi, e dell’infortunato Nardini alle quali si è aggiunta quella di Gino De Angelis infortunatosi durante il riscaldamento. Soprattutto i problemi di formazione si sono avuti al centro della difesa dove già mancava Corradetti e con le squalifiche dei già citati Giovagnoli e Oddi , Malloni ha dovuto adattare nel ruolo Traini affiancandogli l’acquisto delle ultime ore, il centrale difensivo classe 1990 Lorenzo Attorresi (ex Ancona, Siena e Fermana dove era pure cresciuto)che era svincolato ma che nella stagione scorsa, ha giocato con buoni risultati con la maglia della Cingolana.

Ha deciso un incontro davvero brutto esteticamente ed avaro di emozioni, un gol al 17′ del trequartista Campo (con diversi trascorsi professionistici, militando nel Catanzaro, Castel di Sangro ma soprattutto Reggina), tornato a Montecchio dopo l’esperienza col Castel San Pietro. Il Grottammare pur giocando in maniera scialba e inconsistente ha avuto due clamorose occasioni per riequilibrare il match: il palo pieno colpito nel primo tempo da Parma su punizione e soprattutto nel finale di gara, quando bomber Ludovisi, attuale capocannoniere del torneo (con 6 reti) stavolta non è stato all’altezza della sua fama realizzativa, fallendo un rigore che si era guadagnato, calciandolo addosso a De Juliis.
Da segnalare inoltre la sesta espulsione stagionale rimediata dai rivieraschi in pieno recupero con Colletta.

Dal canto suo il Real Montecchio ha dimostrato pur non giocando una gara da ricordare , e affrontando un avversario non particolarmente insidioso, di essere una buona squadra (che potrà lottare per i play off) anche se dopo il vantaggio non ha saputo infierire in contropiede, limitandosi per lo più a controllare e ad addormentare il gioco portando a casa il risultato senza tuttavia rischiare nulla a parte l’episodio nel finale.

La cronaca: match di basso livello e giocato a ritmi blandi con un primo tempo sonnolento.

Al 10′ conclusione da fuori di Campo respinta in due tempi da Camaioni.
Al 17′ arrivava il vantaggio del Real Montecchio, ossia quello che poi si rivelerà il gol partita. Su un rilancio sbagliato da Camaioni, la sfera finiva tra i piedi di Luca De Angelis che dalla sinistra effettuava un cross in area dove Pandolfi faceva velo per l’inserimento di Campo che solo dinanzi a Camaioni infilava l’angolino destro.
Al 27′ Bollettini si incuneava in area dalla destra e creava scompiglio alla difesa ospite che era costretta a chiuderlo in corner. Al 31′ la squadra di casa aveva una grande occasione per pareggiare. Parma su punizione dal limite centrava il palo destro, e poi sulla respinta del legno Faraone si coordinava malissimo non inquadrando clamorosamente lo specchio della porta rimasto sguarnito e calciando alto sopra la traversa.

Al 35′ Luca De Angelis in area dalla sinistra centrava l’esterno della rete.

Al 50′ colpo di testa centrale del nuovo entrato Mastrojanni, bloccato a terra dall’esperto De Juliis.

Al 52′ bell’iniziativa personale del terzino Falà che si incuneava in area con una serie di dribbling vincenti ma giunto a ridosso della porta ospite si allungava la palla, venendo fermato dal ritorno della difesa avversaria.

Poi c’era solo una lunga fase di noia senza occasioni degne di nota fino all’85’ quando Thomas Paoli (match winner domenica scorsa contro l’Urbania) lanciato in contropiede e giunto solo dinanzi a Camaioni , sparava alto sopra la traversa. Un minuto dopo Luca De Angelis con una conclusione dal limite, costringeva Camaioni alla devizione in corner. Poi quando la partita sembrava dovesse finire senza sussulti, giungeva all’88’ l’episodio che svegliava il pubblico dall’effetto camomilla dei precedenti minuti. Ludovisi penetrava in area e si guadagnava un rigore venendo strattonato da Ercoli. Il direttore di gara indicava il dischetto. Il Grottammare aveva l’insperata possibilità di riequilibrare un match che sembrava perso in partenza. Ma capitan Ludovisi dagli 11 metri si faceva ipnotizzare da De Juliis calciando centralmente e senza convinzione tra le braccia dell’estremo pesarese.
Nel recupero si registravano due espulsioni una per parte, al 91′ Pandolfi già scagliatosi (verbalmente) contro l’arbitro al momento del penalty assegnato ai locali, continuava a protestare e veniva mandato anzitempo negli spogliatoi. Al 94′ brutto fallo commesso da Colletta e rosso diretto anche per lui. Finiva così con un’amara illusione svanita, di portare quanto meno a casa 1 punto. E adesso la classifica si fa sempre più preoccupante, per la squadra rivierasca che è penultima (assieme a Centobuchi ed Urbino) con un solo punto di vantaggio sull’ultimo posto occupato ora da Atletico Piceno, Fortitudo Fabriano e Real Metauro.

E domenica prossima la formazione di Malloni avrà un compito durissimo dovrà infatti cercare il riscatto, in casa della capolista Elpidiense (reduce dal successo di Castel di Lama), ancora imbattuta (così come Ancona e Tolentino) e reduce da 8 successi consecutivi (di cui 4 su 4 in casa). Visto la differenza attuale tra le due formazioni, la maggiore speranza per i rivieraschi (ancora a secco di punti esterni) di evitare quella che sarebbe la quinta sconfitta esterna (su 5 gare) e magari fare l’impresa piena a Cascinare, è legata per lo più, per non dire solo, alla legge dei grandi numeri. Il Real Montecchio (ancora imbattuto in trasferta) al suo secondo successo consecutivo (quinto risultato utile) invece ha scavalcato la Vis Pesaro (reduce da un poker a domicilio subito dal Montegranaro) in classifica ed ora è quinto e domenica ospiterà la Fulgor Maceratese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte, 1 oggi)