RIMINI – L’Itb Italia e il suo presidente Giuseppe Ricci hanno deciso di non perdere tempo e di seguire i consigli che in molti, durante la Fiera Sun di Rimini, hanno calorosamente segnalato all’associazione: l’unità delle forze e delle sigle, necessaria sia per giungere ad un documento condiviso da presentare al ministro Fitto (che ha l’incarico di negoziare, per quanto tardivamente possibile, la questione della direttiva Bolkestein con l’Europa), sia per stabilire una serie di mobilitazioni di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nazionale, del tutto inconsapevole di quanto sta per avvenire. Per questo giovedì 28 ottobre, a partire dalle ore 10:30 al resicende Le Terrazze di Grottammare si terranno degli “stati generali” sul turismo balneare, al fine di giungere ad una visione univoca sulle posizioni da tenere.

Infatti al Sun di Rimini l’iniziativa dell’Itb Italia ha visto la partecipazione tra i relatori insieme al presidente Giuseppe Ricci, dei politici Carlo Fidanza (Pdl), Gianluca Pini e Luca Rodolfo Paolini (Lega Nord), Amedeo Ciccanti (Udc) e Stefano Giammarini (Pd), oltre che del giornalista di Report Emilio Casalini e del presentatore televisivo Massimiliano Ossini.

Tutti i partecipanti hanno riconosciuto nella formulazione di proposte condivise, la più importante via di uscita dai gravissimi rischi a cui dovranno far fronte gli imprenditori turistici balneari con l’applicazione della direttiva europea Bolkestein a partire dal 2015.

La data del 28 ottobre diventerà così, il più importante momento di unione degli ultimi anni di un settore così importante per tutta l’economia italiana: tutti gli operatori del turismo balneare dovranno partecipare e portare il loro contributo di intelligenza e passione. All’incontro sono state invitate tutte le altre rappresentanze sindacali con i propri dirigenti del settore turistico balneare con la speranza che possa scaturire una soluzione condivisa che possa salvaguardare definitivamente le nostre imprese e tutto il settore. Non possiamo perdere la nostra identità, la sua specificità e peculiarità tutta italiana, non riproducibile in altre spiagge del continente.

L’invito a partecipare e contribuire alla discussione è esteso in particolare agli esperti e ai tecnici di ogni settore che potranno portare il loro contributo alla definizione e alla stesura del documento conclusivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 257 volte, 1 oggi)