ANCONA – La Regione Marche finanzia con 2 milioni e 891 mila euro la realizzazione di due nuove fermate ferroviarie a Civitanova Marche e Monsampolo del Tronto, oltre al rifacimento di quelle esistenti a San Filippo e Marino del Tronto, entrambe ad Ascoli Piceno.

La somma copre l’80% dell’investimento (pari a complessivi 3 milioni e 613 mila euro), mentre il restante 20 (722 mila euro) è a carico dei Comuni e di Rete ferroviaria italiana (Rfi).

Su proposta dell’assessore regionale ai Trasporti, Luigi Viventi, la Giunta ha stanziato le risorse necessarie che provengono dal Por (Programma operativo regionale Fesr 2007-2013) e destinate a sostenere la competitività regionale. Nelle prossime settimane verranno sottoscritte le convenzioni con i Comuni interessati e Rfi.

“Gli interventi programmati – afferma Viventi – hanno l’obiettivo di migliorare la mobilità e il trasporto pubblico locale in chiave sostenibile, favorendo l’offerta di un servizio integrato. La realizzazione o il potenziamento delle fermate ci consente di puntare, con sempre maggiore convinzione, sullo sviluppo della rete ferroviaria regionale, nell’ottica della realizzazione di un servizio di metropolitana di superficie, in grado di decongestionare il traffico cittadino e il conseguente inquinamento acustico e da polveri sottili. Considerando che nella provincia di Pesaro e Urbino sono allo studio proposte per la realizzazione di un sistema tram-treno e che proseguono gli interventi strutturali sulla linea ferroviaria nella zona di Ancona, con il completamento della fermata Ancona Stadio, nell’ambito del progetto di integrazione autobus-treno nell’area urbana del capoluogo, l’attenzione della Regione e di Rfi è ora orientata sulle linee Ascoli Piceno-Porto d’Ascoli e Civitanova-Albacina”.

Lungo la linea Civitanova-Albacina è prevista la costruzione di una nuova fermata nella zona “Fiera” di Civitanova Marche, con soppressione del passaggio a livello al chilometro 2+68. Sulla linea Ascoli-Porto d’Ascoli verranno ammodernate le fermate di San Filippo, nel centro urbano, con un bacino di utenza notevole, e di Marino del Tronto, sempre ad Ascoli Piceno. Entrambe nell’ottica di un servizio metropolitano di superficie, conseguente all’elettrificazione della linea, già cofinanziata con i fondi Fas. La stazione di Monsampolo del Tronto, invece, verrà sostituita con una nuova fermata in località Stella e la realizzazione di un parcheggio nel piazzale antistante: scelta ritenuta migliore per la posizione meno decentrata rispetto al centro abitato e per servire un bacino d’utenza maggiore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 305 volte, 1 oggi)