TERAMO – Mozzarelle rosa a tavola. Questa l’amara scoperta di una famiglia teramana che sabato sera stava per mangiare le tre mozzarelle prodotte in Puglia e acquistate in un supermercato cittadino, dopo averne consumata una della stessa confezione la sera prima senza conseguenza fisiche. Aperta a tavola la confezione, è stato subito notato il colore rosa dei latticini e un odore nauseabondo che proveniva da essi. La famiglia, che assicura che le mozzarelle non erano giunte a scadenza ed erano state conservate in frigo, ha segnalato l’accaduto al quotidiano online Futurocomune.

Portate questa mattina alla Asl di Teramo, le mozzarelle saranno reindirizzate verso i laboratori dell’Istituto Zooprofilattico, che avrà bisogno di 20 giorni per dare i primi risultati delle analisi. Gli stessi operatori della Asl, che rimangono cauti sulla nocività delle mozzarelle, colpite probabilmente dallo stesso batterio di quelle blu scoperte qualche mese fa, provvederanno a controllare gli altri latticini presenti nel supermercato dove sono state acquistate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 284 volte, 1 oggi)