ANCONA – La Giunta regionale ha acquisito la relazione dell’Avvocatura della Regione sulla valutazione delle responsabilità che hanno determinato il disservizio nella fase di avvio del Cup, il centro unico regionale per la prenotazione delle visite mediche.

Dalla relazione, fa sapere la Regione, già si rileverebbero precise responsabilità a carico del Rup (Responsabile unico del procedimento), del direttore esecutivo del contratto e dell’ex direttore generale dell’Azienda ospedaliera “San Salvatore” di Pesaro. La Giunta ha disposto che il direttore dell’Azienda ospedaliera Marche Nord, in sede di autotutela, annulli l’incarico al direttore dell’esecuzione del contratto, anche in relazione ai rilievi dell’Osservatorio regionale dei contratti pubblici, e la sua assegnazione ad altra persona. Ugualmente andrà revocato e attribuito ad altro soggetto l’incarico di responsabile unico del procedimento. La Giunta regionale ha disposto che l’ultimazione del collaudo avvenga entro il 30 novembre 2010 per procedere alla determinazione del danno (patrimoniale e non, compreso quello di immagine), che consentirà di avviare azioni di risarcimento nei confronti di tutti i responsabili e, in particolare, del Rup, del direttore dell’esecuzione del contratto e dell’ex direttore generale del San Salvatore, con contestuale segnalazione alla procura regionale della Corte dei conti. La Giunta si riserva, inoltre, di adottare ulteriori provvedimenti al completamento del collaudo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 102 volte, 1 oggi)