CORRIDONIA-GROTTAMMARE 2-1 (1° T. 1-0)
CORRIDONIA: Franzese, Longo (91), Martinelli, Agus, Barucca, Parise (55’ Amaolo), Taglioni (92), Rosi (87’ Trobbiani), Dell’Aquila, Nerpiti, Raffaeli (67’ Pandolfi). A disposizione: Giri (91), Zuffati, Luciani (92), Maddaloni (94). Allenatore: Giovanni Ciarlantini.
GROTTAMMARE: Camaioni (91), Falà (92), Adamoli, Faraone (83’ Allevi 92), Oddi, Giovagnoli, De Angelis, Nardini (8’ Bollettini), Ludovisi, Orlandi, Parma (56’ Mastrojanni).
A disposizione: Pompei (93), Colletta (92), Cataldi (92), Fanizzi (92). Allenatore: Giuseppe Malloni.
ARBITRO: Cudini di Fermo (Macerata).
RETI: 25’ Dell’Aquila (C), 64’ Nerpiti (C), 72’ Ludovisi (G).
Espulsi: al 91’ Giovagnoli (G), rosso diretto per fallo su Dell’Aquila (C)
Ammoniti: Parisi, Nerpiti e Rosi (C), Oddi, Adamoli e Ludovisi (G).
Angoli: 1 -4.
Recuperi: 2’+5’.
Spettatori : 250 circa.

CORRIDONIA – Il Grottammare (seconda peggior difesa del torneo alle spalle proprio del Corridonia, con 13 reti subite) ha incassato a Corridonia la terza sconfitta consecutiva (la seconda con Malloni in panchina), la quinta complessiva, nonchè la quarta di fila in trasferta dove non ha ancora fatto punti. Per ora in base ai risultati la cura Malloni non sta dando gli effetti sperati. Ai rivieraschi manca ancora cinicità sotto porta. I biancocelesti infatti non sono riusciti a concretizzare davanti le molte azioni da gol create, mentre dietro ancora orfani dell’infortunato Corradetti, hanno continuato ad incassare reti evitabili. L’unica consolazione rivierasca comunque è per ora il gol di Ludovisi, giunto alla sesta marcatura, la cui rete odierna con la quale ha accorciato le distanze, gli ha permesso di staccare Tonici (Tolentino) e Bugiolacchi (Elpidiense) portandosi in testa solitaria della classifica cannonieri.
La compagine biancoceleste ha inoltre rimediato con Giovagnoli la quinta espulsione stagionale (la settima se si considerano anche quelle del tecnico Del Moro e del dirigente Antolloni)
Di contro invece i padroni di casa del Corridonia (peggior difesa del torneo con 14 reti incassate) hanno ottenuto il secondo successo consecutivo (dopo quello in casa dell’Atletico Piceno) trascinati dai gol del duo offensivo Dell’Aquila -Nerpiti (9 reti in 2). Nella squadra maceratese ha giocato dal primo all’ultimo minuto anche Gianluca Longo già citato in un nostro precedente articolo (http://www.rivieraoggi.it/2010/10/16/103017/le-storie-di-falzetti-e-longo-fanno-grande-il-corridonia/) in quanto come il Diesse Falzetti che lo ha portato a Corridonia, ha combattuto contro il cancro riuscendo a tornare nel calcio giocato.

La cronaca: Al 3’ corner per il Grottammare calciato da Orlandi, ma Oddi in mezzo all’area non riusciva ad agganciare la palla. Al 6’ un lancio di Orlandi dalle retrovie non trovava De Angelis per un soffio. All’8 la squadra ospite perdeva per infortunio Nardini il quale veniva sostituito da Bollettini. Al 13’ De Angelis a tu per tu con Franzese gli tirava addosso.

Al 23’ il nuovo entrato Bollettini crossava per Ludovisi, che di testa faceva rimbalzare a terra la sfera, la quale diventava facile preda di Franzese.

Al 25’ il Corridonia passava in vantaggio, grazie ad una bella azione di Taglioni sulla sinistra che serviva Dell’Aquila, il quale, grazie ad uno svarione difensivo biancoceleste riusciva ad infiltrarsi nella difesa ospite e a battere Camaioni. Per l’attaccante del Corridonia si tratta del quarto centro stagionale.
Al 27’ un tiro di Orlandi sorvolava la traversa. Al 32’ Rosi ci provava in semigirata , ma la sfera finiva di poco fuori. Al 34’ Bollettini davanti alla porta locale concludeva trovando la risposta di Franzese che respingeva di piede, poi ci riprovava Parma e di nuovo il portiere rosso-verde non si faceva sorprendere. Al 38’ un tiro di Nerpiti colpiva il palo, ci riprovava Dell’Aquila e la sfera sbatteva sulla traversa, poi il gioco si fermava per fuorigioco. Al 40’ De Angelis si liberava e dall’area di rigore calciava alto. Al 53’ Camaioni compiva due miracoli consecutivi, prima su Rosi e subito dopo su Dell’Aquila.

Al 64’ arrivava il raddoppio dei padroni di casa: Nerpiti dai 20 metri concudeva infilando l’angolino basso senza che nessuno glielo impedisse. Per Nerpiti si tratta del quinto centro stagionale.
Al 72’ il Grottammare accorciava le distanze: De Angelis approfittava di un errore difensivo rossoverde e serviva Ludovisi che si faceva trovare pronto nell’area di rigore per realizzare la rete del 2-1.
L’ultima azione all’82’ era di Rosi, che tirava centrale, tra le braccia protese di Camaioni.
Poi in pieno recupero il Grottammare rimaneva in 10 per l’espusione diretta di Giovagnoli in seguito ad un brutto fallo su Dell’Aquila.

Mercoledì (2° turno infrasettimanale) il Grottammare per la 9° giornata del massimo campionato Regionale, riceverà la visita (sul neutro di Cupra Marittima e non al Pirani , indisponibile per qualche giorno, in quanto sono partiti i lavori di manutenzione) del Real Montecchio (che è tornato al successo battendo di misura ed in inferiorità numerica l’Urbania, grazie ad un gol di Thomas Paoli al 95′) e nella circostanza dovrà assolutamente ritrovare la vittoria visto che la classifica piange e comincia a farsi preoccupante. Infatti la formazione biancoceleste è terzultima e ha solo un +2 sul fanalino di coda solitario Real Metauro.
Mentre il Corridonia giocherà un’altra partita in casa ospitando l’Ancona (miglior attacco del torneo con 16 reti segnate in 8 gare, media di 2 gol a partita e reduce dalla netta vittoria interna sulla Fulgor Maceratese) ma forse non i numerosi tifosi dorici ai quali potrebbe di nuovo essere vietata la trasferta per motivi di ordine pubblico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 237 volte, 1 oggi)