ROMA – Ucciso da un colpo di pistola alla testa: così è finita la vita di Giuseppe Criniti, 41 anni, imprenditore, fratello di Antonio “Totò” Criniti, ex fantasista della Samb.
L’agguato mortale è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì all’Infernetto, zona sud di Roma. Sarebbe stato ucciso da un vero e proprio agguato, con due sicari in azione.

Giuseppe Criniti, imprenditore immobiliare, era stato presidente del Morro d’Oro e della Sorianese di Viterbo.
Nel 2009 era stato vicino al Catanzaro, poi ripiegò sulla società Igea Virtus.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.903 volte, 1 oggi)