TERAMO – Santegidiese due, Samb due. La perla di Bianchi su punizione non basta, gli abruzzesi ci riprendono due volte approfittando di svarioni difensivi. Ecco come abbiamo visto i rossoblu.
Lima 5,5 Sul primo gol ha colpe per non essere uscito alto. Casali al momento della deviazione di testa è nell’area piccola, laddove dovrebbe esserci terra di conquista del portiere. Peccato, pochi minuti prima aveva salvato la porta con una bella deviazione in angolo su tiro ravvicinato
Zero 5,5 Fa il suo, facendosi trovare pronto negli appoggi quando la squadra sale. Ma nel due a due avrebbe potuto tagliare meglio la diagonale e frapporsi al cavalo galoppante Amadio
Nicolosi 5,5 Anche lui vittima dell’amnesia collettiva della difesa sul secondo gol. Non si può condurre il risultato contro una squadra in dieci e subire una rete in contropiede. Come dice Bianchi in sala stampa, “meglio giocarselo ora il malus degli errori, invece che a fine stagione”
Oresti 6 Soffre l’agonismo della Sant, ha pochi spazi di inventiva e di impostazione. Combatte ed è sempre e comunque il nostro baricentro.
Pulcini 5,5 Questa difesa sbaglia troppo, il veterano rossoblu deve comandarla meglio
Ogliari 6 Freddo nella trasformazione del penalty, gioca da centrale difensivo e deve ricorrere a tutta la sua esperienza e classe. Ma sui gol presi queste doti non bastano
D’Angelo 5,5 Gli manca una cosa, che ne contiene un’altra al suo interno. Gli manca cioè l’esplosività, che è diretta consanguinea della tranquillità psicologica e della fiducia in sè stesso. Giudici fa bene a farlo giocare, altrimenti come riacquistarle?
Rulli 6,5 Combattivo come sempre, appoggia bene il gioco di attacco rendendosi pure pericoloso. E’ ovunque
Covelli 6,5 Rude quanto basta, tecnico quanto serve, guadagna spazi, lotta spalle alla porta, appoggia e si sacrifica.
Bianchi 7 Ci regala un gol che in queste categorie non si vede sovente. Per il resto l’impressione è che possa fare ancora di più
D’Aniello 6 Povero Ciccio: debutta in campionato e perde un pallone a centrocampo da cui discende il pareggio definitivo della Sant. Eppure i suoi compagni dicono che la palla l’abbia persa dopo aver rischiato di perdere anche un dente per una manata non vista dall’arbitro. Contrasti non ben giudicati ci possono pure stare, ma quello sbilanciamento in difesa no. Per quello il cinque in pagella forse se lo meritano più quelli della difesa che lui
Zazzetta 5,5 Non è al meglio, si intestardisce troppo in azioni solitarie
Di Vicino 6,5 Vivo, combattivo, tecnico e pericoloso. Può essere la Perla della Samb. La sua entrata in campo rende più pericoloso il fraseggio offensivo. Dovunque si trovi, il suo tiro può essere letale
Giudici 6 Deve fare qualcosa per questi svarioni difensivi, infondere più sicurezza agli arretrati rossoblu.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 501 volte, 1 oggi)