SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Convalidato l’arresto del sambenedettese pizzicato a scassinare il cancello di una casa in via Torino lo scorso 13 ottobre. L’uomo, volto noto alle Forze dell’Ordine è stato fermato dalle autorità locali ed ora si trova agli arresti in attesa del processo.

Non era notte fonda ma da quanto si apprende alla convalida del fermo (il 15 ottobre), l’imputato, era in procinto di scassinare il cancello di un’abitazione in via Torino, quando il suo sguardo ha incrociato quello del titolare dell’appartamento. Inutile la fuga per il presunto “topo d’appartamento”, quell’uomo che vide negli occhi e con tanto di torcia in mano, correva più di lui e lo ha bloccato in attesa delle forze dell’ordine.

Per lui il Pm ha chiesto la convalida del fermo e la misura cautelare in carcere. Provvedimenti che secondo l’avvocato dell’imputato, non è sembrato idoneo viste le condizioni di salute del suo assistito, ma che secondo il giudice sono risultate le più plausibili. Rimarrà in carcere fino al processo con rito abbreviato previsto per il 29 ottobre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 634 volte, 1 oggi)