MARTINSICURO – “La pesca in Abruzzo: quale futuro?” è il titolo del convegno organizzato per sabato 16 ottobre alle ore 9 nella Sala consiliare di Martinsicuro.

Un dibattito a cui prenderanno parte politici e associazioni, con l’intento di mettere a fuoco i vari problemi del settore affinchè le istituzioni possano confrontarsi per mettere in atto interventi mirati per salvare una categoria a rischio di estinzione.

Promotrice dell’appuntamento sarà la Fai-Cisl, con al timone il segretario generale Abruzzo Alessandro Collevecchio, spalleggiato dal referente dell’unione sindacale zonale Salvatorino Puglia.

“La nostra volontà – spiega Collevecchio – è garantire un futuro migliore ai lavoratori dell’intero settore in via di estinzione. Dobbiamo salvare la barca dalla tempesta”. Nel 2000 si contavano, infatti, 6500 addetti al settore Pesca Abruzzo, ora sono scesi a 1650. Un tracollo dovuto ad una serie di fattori. In primis la scarsità di manovali: uomini dediti alle incombenze più faticose che spesso vengono reclutati tra le fila degli immigrati. Tanti i problemi che saranno affrontati: dalla previdenza agli ammortizzatori sociali, al fermo pesca, passando per il caro-gasolio e il problema dell’anisakis. Ma si discuterà anche dell’ipotesi di accorciare la filiera. “Un imprenditore di Martinsicuro – aggiunge Collevecchio – pesca, lavora e commercializza il pescato, senza intermediari, così le spese al consumatore sono minori. Potrebbe diventare un esempio per l’intera categoria”.

Al convegno parteciperanno anche il segretario generale della Presidenza della Regione Abruzzo Enrico Mazzarelli, l’assessore regionale alle politiche per la pesca Mauro Febbo, il presidente della Provincia di Teramo Walter Catarra, il consigliere regionale con delega alla pesca Berardo Rabbuffo, il presidente nazionale della Federcopesca Massimo Coccia, il referente della Federpesca regionale Walter Squeo, l’esperto di previdenza Armando Pavia, il coordinatore Pesca Fai-Cisl Silvano Giangiacomi e il segretario nazionale del sindacato Augusto Cianfoni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 301 volte, 1 oggi)