MONTEPRANDONE – Perché in Chiesa di giovani se ne vedono sempre meno e spariscono anno dopo anno i gruppi parrocchiali giovanili? Perché i ragazzi si dileguano dagli oratori appena diventano giovani? A queste domande, che interrogano oggi la Chiesa e le famiglie, tenta di rispondere Don Armando Matteo nella sua opera “La prima generazione incredula”, edita da Rubbettino.

L’autore, assistente ecclesiastico nazionale della Federazione Universitaria Cattolica Italiana e docente presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma, sarà presente a Centobuchi domenica 17 ottobre alle 15 presso la Parrocchia Regina Pacis. L’incontro, organizzato in collaborazione coi Giovani dell’Azione Cattolica, è aperto a tutti quelli che desiderano capire l’incredulità delle nuove generazioni e le responsabilità educative degli adulti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 463 volte, 1 oggi)