ASCOLI PICENO – Non si presenta come un partito del “mattone”, quanto, piuttosto, della bella edilizia, e quindi del bel vivere. Nel pomeriggio del 13 ottobre, infatti, ecco che è ufficialmente nato un nuovo soggetto giuridico: il Consorzio Edile Piceno (CeP). A Palazzo dei Capitani, l’aggregazione di imprese che ha dato vita al CeP ha organizzato un incontro per farsi conoscere e illustrare i suoi obiettivi: primo tra tutti quello di riqualificare le aree urbane. L’idea dei Consorziati, esposta da Andrea Calvaresi Direttore del CeP, che ha aperto i lavori, è quella di creare una rete di qualificate Piccole e Medie imprese edili del territorio per proporre progetti innovativi e concreti alle Pubbliche Amministrazioni, competenti in materia.

«Imprese solide che garantiscano il rispetto dei contratti e siano legate alle peculiarità del Piceno», questo il messaggio che Roberto Battisti, segretario nazionale dell’associazione PMItalia, pur se non presente al convegno, ha fatto pervenire ai partecipanti. Le parole del segretario sono state ribadite da Davide Longo vice-presidente PmiMarche, che ha sottolineato l’importanza della solidità e del radicamento nel territorio delle PMI in questo momento di crisi economica. L’attenzione ai bisogni degli abitanti e la valorizzazione delle bellezze artistiche sono i temi attorno a cui ha ruotato l’intervento dell’architetto Alessandro Quartieri, chiamato dal Consorzio a illustrare che cosa si intende per riqualificazione del territorio.
Pertanto un nuovo concetto di edilizia fa capolino tra le Cento Torri: riconvertire e ideare nuove soluzioni per trasformare le città, recuperando gli spazi perduti e valorizzando creativamente quelli esistenti. Tutto questo restituirebbe agli abitanti dei luoghi dove poter vivere sentendosi partecipi della loro evoluzione. Il Consorzio si pone come un interlocutore qualificato per le Amministrazioni, addette al governo del territorio, con le quali Domenico Caioni, presidente del CeP, ha auspicato la massima collaborazione.

Le Autorità locali presenti si sono complimentate con il nuovo soggetto giuridico per lo spirito di iniziativa imprenditoriale: Antonio Canzian, assessore regionale, ha manifestato la disponibilità della Regione a investire sul territorio, ribadendo l’impegno dell’Ente ad agevolare l’accesso al credito delle Piccole Medie Imprese; Giulio Natali, consigliere regionale Pdl, ha ricordato quanto sia pericoloso per un territorio perdere il contatto con l’imprenditoria locale e ha manifestato entusiasmo per il sorgere di questo tipo di iniziative, che spera possano contribuire a rilanciare lo sviluppo economico e occupazionale locale, fortemente danneggiato dall’attuale situazione di crisi; Valeriano Camela, consigliere regionale Udc, ha salutato con favore la rete di imprese picene e sottolineato l’importanza di queste forme di collaborazione.

La conclusione dei lavori è stata affidata a Calvaresi che ha ringraziato tutti i presenti cogliendo l’occasione per preannunciare la distribuzione di un opuscolo informativo sul Consorzio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)