CUPRA MARITTIMA – Si chiama “Il rifugio dell’aria” il libro che raccoglie i principali poeti marchigiani dal secondo dopoguerra ad oggi, ed è possibile trovarvi anche coloro che hanno avuto meno visibilità ma che sono autori di opere di qualità. Curato dalla giovane jesina Francesca Innocenzi e pubblicato da “Edizioni Progetto Cultura 2003 Srl”, il volume è stato presentato sabato 9 ottobre alle ore 17,30 presso la sala consiliare del Comune di Cupra Marittima.

Presente in sala la Innocenzi che ha affermato: “Il mio intento è stato quello di realizzare una ricostruzione storico critica dei poeti dal secondo dopoguerra ad oggi. Questo lavoro mi ha permesso di crescere e di arricchirmi culturalmente, Il rifugio dell’aria infatti vuole essere un prodotto culturale”.

“Per noi dell’amministrazione – ha aggiunto l’assessore Bruni – appoggiare queste iniziative culturali è sempre un piacere poiché la crescita dell’individuo passa anche attraverso la difesa del linguaggio”.

L’evento, patrocinato dal Comune di Cupra Marittima – Assessorato alla Cultura, in collaborazione l’associazione culturale “L’Arca dei Folli”, e dell’associazione culturare “Alchimie d’Arte” è stato presentato proprio dal presidente di quest’ultima, Domenico Parlamenti. Durante il pomeriggio si sono alternati momenti di musica con le voci di Daniele Olivieri e Maria Paola D’Antonio, la tastiera di Valerio Vitali, e momenti di recitazione attraverso la lettura dei testi da parte dei giovani attori cuprensi Martina Crescenzi e Luca Vagnoni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)