SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mal d’Africa in letteratura: venerdì 15 ottobre alle ore 18 presso il “Punto Einaudi” di via XX Settembre, Vincenzo Maria Oreggia presenterà il suo nuovo romanzo “Pesce d’aprile a Conakry” (Edizioni dell’Arco). Lo scrittore, documentarista esperto d’Africa e collaboratore letterario del quotidiano “Il Foglio”, racconta le tragicomiche peripezie di un viaggio in Guinea tra l’insidiosa capitale Conacry e i misteriosi pendii del Fouta Djallon,

Pesce d’aprile a Conakry” è la cronaca di un’efferata dittatura e il caleidoscopico teatro della resistenza quotidiana. La narrazione procede in un intreccio di presente e passato, Europa e Africa, Milano e Touguiwondy, ipocondrie risibili e temerarie gesta, spiagge adriatiche e navigli leonardeschi, laghetti d’alta quota popolati da comunità di spiriti e vaticini di indovine centenarie, perché come lui, monsieur Vincent, sa cosa vuol dire stare esattamente “a metà strada tra l’Europa e l’Africa, spaccato in due come un melone con i semini del cervello che sprizzano impazziti in un carnevale extraterrestre.

La lettura dei brani del romanzo saranno a cura Piergiorgio Cinì.

Al termine della presentazione Afrococktail con “Terre des Egales”, associazione di solidarietà e cooperazione internazionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 202 volte, 1 oggi)