GIULIANOVA – Ad un anno esatto dal naufragio del Diana Madre, in cui ha trovato la morte il pescatore sambenedettese Maurizio Fagone, si è tenuta martedì 12 ottobre al porto di Giulianova una cerimonia commemorativa a cui hanno preso parte i familiari della famiglia Fagone, i rappresentanti delle amministrazioni comunali di San Benedetto e di Giulianova, il Comandante di Circomare Giulianova Saverio Capezzera, la Lega Navale Italiana, la Croce Rossa Italiana, l’Associazione Marinai d’Italia, che diedero un importante contributo alle ricerche del marinaio per otto giorni disperso in mare.

Nel corso della cerimonia è stata deposta una corona in mare a ricordo del naufragio, dal quale riuscirono miracolosamente a salvarsi gli altri due membri dell’equipaggio.

Anche San Benedetto ricorderà Maurizio Fagone con un’iniziativa simile, organizzata per il 20 ottobre (giorno del ritrovamento del corpo del marinaio sulla spiaggia di Roseto degli Abruzzi) al molo sud, dove alla presenza delle autorità locali verrà scoperta una targa commemorativa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 393 volte, 1 oggi)