SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un indennizzo di 450mila euro all’ex direttore Elio Spinozzi, esautorato dal suo incarico nel 2004. E’ la somma che dovrà sborsare il Centro Agroalimentare di San Benedetto, società con un capitale per la maggior parte riferibile ad enti pubblici.
Il consiglio di amministrazione della società lunedì sera si è riunito e ha approvato all’unanimità una delibera che dispone di ottemperare subito alla pronuncia del giudice del Lavoro, Emilio Pocci.
Spinozzi infatti, una volta allontanato dal suo ruolo (dicembre 2004, l’allora presidente del cda Gianni Balloni parlò di “mancanza del rapporto fiduciario”) fece ricorso e il tribunale gli ha poi dato ragione. Il Centro Agroalimentare si oppose e ora attende l’appello, ma pare che l’esecutività dell’ìndennizzo sia immediata.
Afferma il presidente del Centro, Carlo Cicconi: “Abbiamo deliberato di pagare l‘indennizzo. Fra la cifra già corrisposta allo Spinozzi dopo la sua rinuncia al reintegro e ciò che ancora dobbiamo corrispondere, la somma totale ammonta a 450mila euro. La settimana prossima convocheremo una conferenza stampa per esporre la questione nel dettaglio. Voglio ricordare che la nostra società si è costituita parte civile in un processo a carico di Spinozzi. Inoltre attendiamo l’esito dell’appello sulla causa davanti al Tribunale del Lavoro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)