SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lo accusano di aver trasformato la zona del lungomare sud in una centrale di smercio di hashish al dettaglio.
Le Fiamme Gialle del Nucleo Mobile della Compagnia di Ascoli Piceno hanno tratto in arresto C.P., un geometra ventottenne residente a Tortoreto, trovato in possesso di 410 grammi di hashish.
I militari sono risaliti all’attività di spaccio promossa dal professionista a seguito di appostamenti e pedinamenti effettuati nei pressi del Lungomare Sud di San Benedetto del Tronto, che secondo gli inquirenti è stato appunto “trasformato” in una vera e propria “centrale” di smercio di consistenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

Nel corso del blitz, scattato nel momento in cui si è avuta concreta certezza circa l’attività di spaccio, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro 4 panetti di circa 100 grammi l’uno ed un bilancino elettronico, che hanno determinato l’arresto dell’uomo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.050 volte, 1 oggi)