SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si corre sabato 9 ottobre con partenza da Cupra Marittima (foce fiume Menocchia, davanti hotel Oasi) per la terza edizione della Maratonina del Santo, inserita nei festeggiamenti per il patrono San Benedetto Martire, I Memorial Pietro (Gino) Mazzola.

La gara si disputerà sulla distanza dei 10 km e si concluderà davanti alla Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto. Due le novità: per la prima volta la gara si disputerà sotto l’egida della Uisp e non più della Fidal (“i costi di gestione federali stanno diventando insopportabili per noi”, ha dichiarato il presidente del Porto 85 Polisportiva Roberto Silvestri) e la registrazione dei tempi dei partecipanti con l’ausilio di un chip elettronico fornito dal gruppo Tecnopoint. Nel frattempo fanno ancora rumore i commenti del dopo gara dell’Ascoli-San Benedetto, che ha decretato ufficialmente la rottura dei rapporti diplomatici tra il Porto 85 e la Provincia di Ascoli Piceno, accusata da Silvestri di mancata attenzione nei confronti di una delle più importanti manifestazioni sportive.

“Capisco tutti i problemi degli enti locali – ha detto – ma non degnarsi di rispondere a una lettera….”.

Oltre la metà dei 675 partecipanti alla Ascoli-San Benedetto sono giunti da altre regioni italiane quali Lazio, Puglia, Veneto, Lombardia, Campania, Abruzzo e altre ancora. La gara è organizzata dal Porto 85 Polisportiva con il patrocinio dell’amministrazione comunale di San Benedetto e la collaborazione di quelle di Cupra Marittima e di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)