MONSAMPOLO DEL TRONTO – Proseguono le celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che il Comune di Monsampolo vuole commemorare attraverso uno dei suoi cittadini più illustri, che tanto si battè per la causa risorgimentale da essere messo in prigione. Parliamo di Nicola Gaetani Tamburini, patriota e letterato nato nel 1820 a Monsampolo, che fu uno dei protagonisti del Risorgimento piceno, divenendo poi primo Provveditore agli studi di Ascoli. Tamburini si distinse per l’attività letteraria e politica, come testimonia la sua corrispondenza con i maggiori intellettuali liberali dell’epoca.

Un convegno a lui dedicato, organizzato dal Comune di Monsampolo in collaborazione con la Provincia, si terrà sabato 9 ottobre alle 10 presso la cripta della Chiesa Maria Ss. Assunta. All’incontro saranno presenti il sindaco di Monsampolo Nazzareno Tacconi, l’assessore regionale all’Ambiente Sandro Donati, il presidente della Provincia Pietro Celani, l’assessore provinciale alla Cultura Andrea Maria Antonini, oltre a storici e docenti come Gilberto Piccinini dell’Università degli Studi di Urbino, Giannino Gagliardi, Olimpia Gobbi, Luigi Girolami e Paolo Schiavi. Giungeranno inoltre da Milano anche Sergio Cassandrelli, creatore del sito su Nicola Gaetani Tamburini, e Alessandra Tamburini, pronipote del patriota.

Gli atti del convegno saranno poi pubblicati nel marzo 2011, anniversario della proclamazione del Regno d’Italia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 115 volte, 1 oggi)