SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nessuna sanzione per la filiera di pesca ai ristoranti, massima attenzione alla sicurezza delle aree di balneazione oltre a una mirata attività nel rispetto delle attività di diporto.
Un bilancio alquanto positivo quello tracciato dal Capitano di Fregata Daniele Di Guardo il quale – durante la presentazione dei dati conclusivi dell’operazione Mare Sicuro 2010 – ha ribadito che i risultati ottenuti sono frutto dell’importante attività di pattugliamento lungo il litorale congiunta a una buona campagna preventiva d’informazione rivolta agli operatori turistici di riferimento; elementi che hanno l’obiettivo di garantire la sicurezza in mare. La stagione estiva si chiude dunque con un buon risultato e nel periodo compreso tra giugno e settembre ha visto compiere oltre mille controlli nell’area costiera che va da San Benedetto a Porto San Giorgio.
Inoltre non sono mancati i controlli sulla filiera di pesca che ha coinvolto quasi tutti i ristoranti del territorio di giurisdizione in cui non sono state rilevate anomalie oggetto di sanzioni.
Altrettanto positiva è stata l’attività di informazione: accanto ai tradizionali consigli per una corretta e sicura balneazione dei bagnanti diffusi attraverso gli altoparlanti in spiaggia, quest’anno il daytime radiofonico della nuova emittente R9 ha proposto una striscia settimanale dedicata alle attività nautiche dell’estate.
Insomma, una strategia quella messa a punto dalla Capitaneria di Porto che di certo non ha trovato impreparati gli operatori degli stabilimenti balneari e delle strutture ristorative in materia di sicurezza relativa alla dotazione degli strumenti di salvataggio. 
 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 231 volte, 1 oggi)