SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ la mente della boxe a San Benedetto: Luigi Cava, presidente dell’Accademia Pugilistica Kaflot è stato tra gli organizzatori della nona edizione dei Campionati Italiani Femminili di Pugilato (la cui fase finale sarà sintetizzata in un servizio di Rai Sport Uno che verrà trasmesso giovedì 7 ottobre alle 21,30): “Abbiamo così sottolineato che, a San Benedetto, il pugilato è una realtà importante e lo ha già dimostrato con la boxe maschile grazie ai risultati che  ha ottenuto negli ultimi anni, consolidando la presenza dell’accademia pugilistica Kaflot frequentata da tanti ragazzi che hanno ottenuto riconoscimenti a livello agonistico. Tre di loro, infatti, sono passati alla seconda serie”.
Boxe a San Benedetto: come e quando?
“In genere ci alleniamo in un’ala del Palazzetto dello Sport e abbiamo una cinquantina di atleti che la frequentano, e organizziamo delle riunioni pugilistiche con una cadenza di una volta ogni due mesi. In questa occasione la Federazione ci ha proposto di organizzare i campionati italiani femminili: organizzare una “cinque giorni” con ragazze che provengono da 15 diverse regioni italiane è stato molto impegnativo però c’è stato un riscontro positivo, come confermato anche dalle dichiarazioni del Presidente Nazionale e dalla presenza di tutti i componenti del Consiglio Federale, la qual cosa ha suscitato entusiasmo e ci ha incoraggiati per andare avanti. Ora ci hanno proposto di organizzare, per il prossimo anno, i Campionati Italiani Assoluti Maschili che sono un evento ancora più seguito e quindi nel caso questa loro proposta dovesse concretizzarsi servirà a far diventare San Benedetto la capitale del pugilato nelle Marche”.
Un giudizio personale sulla manifestazione appena conclusa.
“Siamo molto contenti. Abbiamo lavorato duramente negli ultimi tre mesi e per fortuna non ci sono stati imprevisti. L’accoglienza, ha giudizio degli oltre 300 ospiti, è stata molto soddisfacente. Le atlete sono state ospitate presso l’hotel Excelsior e hanno trovato veramente un ambiente molto familiare e confortevole e per quanto riguarda, invece, il campo di gara e le prestazioni ufficiali sul ring non ci sono stati problemi ed è andato tutto benissimo. Sono state proclamate a San Benedetto le migliori pugilesse d’Italia di ogni categoria e tre di queste andranno a rappresentare l’Italia alle Olimpiadi che si terranno a Londra nel 2012″.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)