SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La sfida contro l’Atessa Val di Sangro (purtroppo senza Tiziano Giudici in panchina, squalificato e sostituito dal preparatore dei portieri Deogratias) inaugura un terzetto di partite contro squadre abruzzesi abbastanza ostiche: lo stesso Atessa (fuori casa), il Luco Canistro (in casa… o meglio, in un campo neutro da definire) e la Santegidiese (fuori casa). Ottimo lo scorso campionato dei sangrini, arrivati al terzo posto e a pochi punti dal sogno promozione. Quest’anno molti dei protagonisti dell’anno scorso non ci sono più, a cominciare dalla super coppia d’attacco Miani-Lazzarini (42 gol in due!), ma la rosa allestita sembra comunque in grado di lottare almeno per un buon piazzamento.

Qualche notizia “storica”: l’Atessa Val di Sangro è stata fondata nel 2009 in seguito alla fusione tra la Polisportiva Val di Sangro (fondata nel 1961), appena retrocessa dalla Seconda Divisione dopo tre stagioni nel calcio pro, e l’Atessa Calcio (fondato nel 1964), proveniente dall’Eccellenza. Non una grande storia per le due società di Atessa, che diverse volte si sono anche incontrate tra di loro: per il Val di Sangro una graduale ascesa dalla Terza Categoria alla C2 culminata con una doppia retrocessione in D (la prima annullata dal ripescaggio), per l’Atessa tanti anni in Promozione ed Eccellenza senza riuscire a spiccare il grande salto. Si è deciso quindi di dar vita alla fusione per poter stabilizzarsi in serie D e magari riprovare il salto nel professionismo.

Tra alti e bassi l’inizio del campionato per i ragazzi del mister Mario Giandonato, confermato dopo l’ottima stagione 2009/10: due vittorie contro Angolana e Miglianico, poi due sconfitte contro Rimini e Forlì e infine il pareggio strappato a Teramo, un campo certamente non facile. Difficile capire le reali potenzialità di questo Atessa, ma sicuramente la sfida contro la Samb sarà un ulteriore banco di prova. L’arbitro dell’incontro sarà De Lorenzo di Brindisi; tra i convocati di Giudici torna D’Aniello, mentre resta ancora fuori Zazzetta.

Tornando all’Atessa, in porta dovrebbe esserci l’under Mattia Santandrea, già alla Samb l’anno scorso per un assaggio di campionato fino all’errore nella disastrosa sconfitta contro il Piano San Lazzaro e all’immediata cessione alla Santegidiese, dove ha collezionato 15 presenze. Tanti gli altri nuovi acquisti in casa sangrina, a cominciare dai giovani De Fabritiis, D’Orazio e Rosetti, per continuare con l’argentino – ma da diversi anni in serie D – Lezcano e il lucano Di Senso, a segno contro il Teramo. In attacco la nuova coppia gol è composta dal napoletano Fabio Alterio e dall’abruzzese Giuseppe Soria. Tra i pochi confermati spicca il difensore olandese Koen Brack, approdato ad Atessa dopo alcuni campionati di serie B olandese e un assaggio di campionato austriaco.

LA SCHEDA
Atessa Val di Sangro
anno di fondazione: 2009
colori sociali: gialloblu
presidente: Amerigo Pellegrini
allenatore: Mario Giandonato
stadio: “Comunale Monte Marcone” (2000 posti)

Rosa 2010/11:
PORTIERI Raffaele Giugliano (1985), Mattia Santandrea (1991, Santegidiese)
DIFENSORI Ciro Boschetti (1991, conf), Koen Paul Brack (1981, conf), Simone Calabresi (1986, Guidonia), Mattia De Fabritiis (1992, Virtus Lanciano), Tommaso D’Orazio (1990, Renato Curi Angolana), Giovanni Martelli (1983, Miglianico), Loris Scioletti (1991, Guardiagrele)
CENTROCAMPISTI Tiziano Beniamino (1986, Guardiagrele), Alessandro Di Marsilio (1992, conf), Sebastian Maria Di Senso (1984, Francavilla), Gaspar Felix Lezcano (1983, Sporting Terni), Rosario Maruggi (1986, Angri), Marco Parisi (1993, Potenza), Michael Rosetti (1990, Renato Curi Angolana), Severini
ATTACCANTI Fabio Alterio (1982, Pianura), Silvio Colombaro (1990), Giuseppe Di Marco (1994), Giuseppe Soria (1978, Pro Vasto)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 905 volte, 1 oggi)