SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un evento che coinvolgerà tutti i media a livello nazionale, 5 giorni dedicati alla grande boxe in rosa d’Italia.

Dal 29 settembre al 3 ottobre il Palazzetto dello Sport “Bernardo Speca” diventerà il palcoscenico che vedrà sfidarsi le migliori atlete del panorama dilettantistico nazionale, dalle giovanissime Juniores (fino a 16 anni) e Youth (fino a 18) alle più esperte Elite. Entusiasmo da parte del sindaco Giovanni Gaspari, grande appassionato di pugilato: «In questi giorni San Benedetto si trasformerà in una vetrina d’interesse nazionale. Bisogna puntare sul turismo sportivo, il nostro territorio ha bisogno di andare alla ribalta. Ci aspettiamo infatti qualche migliaia di presenze».

L’evento, voluto fortemente da Luigi Cava dell’Accademia Pugilistica Kaflot, si propone come una kermesse tutta al femminile. Oltre i pugili anche gli arbitri saranno delle donne. Chi considerava adatto al ruolo del gentil sesso solo il mostrarsi sul ring in costume da bagno per girare il cartellone del round, dovrà cambiare idea.

Ben 140 atlete sul ring ci saliranno, ma per sfidarsi a vicenda e dimostrare che il pugilato non è solo forza bruta, alla Tyson, ma tecnica, determinazione e grinta.

Il torneo Elite si svolgerà mercoledì 29 alle ore 14.30 e giovedì 30 dalle ore 15. Le più piccole, appartenenti alle categorie Juniores e Youth si scontreranno dal 1° al 3 ottobre.

I noni Campionati Italiani femminili Elite inizieranno il 1°ottobre alle 15.20 con i quarti di finale, il 2 ottobre alle 16.45 con le semifinali e con il gran finale di domenica 3 ottobre alle 16.30. Gli occhi vigili del responsabile della Nazionale Italiana femminile e tecnico del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, Cesare Frontaloni, saranno puntati sulle future campionesse d’Italia che parteciperanno alle Olimpiadi di Londra 2012 in cui, per la prima volta nella storia, la boxe femminile farà la sua entrata.

Uno speciale in bocca al lupo a tutte le atlete, soprattutto alle tre marchigiane, Laura Fiori, Serena Summa e Elisa Vannini, con le parole del grande Muhammad Ali: «Vola come una farfalla, pungi come un’ape»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 377 volte, 1 oggi)