LIMA 5,5 L’errore è grave, ma è giovane e non è giusto “crocifiggerlo”. Avrà modo di dimostrare quel che vale senza troppi patemi
ZERO 5,5 Nel primo tempo nella sua fascia son dolori, fa molta fatica a contenere le volate ospiti. Un po’ meglio nella ripresa
NICOLOSI 5,5 Anche lui nella prima frazione lascia troppo spazio al suo avversario, l’altrettanto giovane Di Pastena, che però non sa mai approfittare.
ORESTI 7 Dominatore del centrocampo, non sbaglia nulla e fa muovere la squadra alla perfezione. Esce per crampi.
PULCINI 5,5 Soffre la qualità dell’esperto Keita, e commette un paio di errori di troppo. Può e deve migliorare
MENGO 6 Anche lui non è perfetto, come gli capita spesso rischia qualche disimpegno non proprio da difensore che poteva costare caro
GRIECO 6,5 Tanto dinamismo e anche ottime giocate, anche se l’arbitro sembra avercela con lui.
RULLI 7 Assieme ad Oresti forma una coppia collaudata. Se Oresti è il cervello, lui rappresenta i polmoni. Indomabile, asfalta gli avversari e trascina i compagni
PAZZI 8 Prima rete da rapinatore d’area, la seconda invece fa venire giù lo stadio. Una bordata imparabile. Si dimostra ancora una volta l’attaccante più forte della Serie D. Sembra impossibile fermarlo.
OGLIARI 7 Ma che bella scoperta, quella di Giudici. A centrocampo adopera il suo piede “buono” e doti di interdizione garantite da una lunga carriera come terzino. Veramente ottime alcune sue giocate. Eterna giovinezza
COVELLI 6 Tanta quantità, un po’ meno qualità. Crea spazi e assist per Pazzi, però la mira precisa non sembra il suo forte. Fa però molto male alla difesa ospite, crediamo verrà il suo momento. Gioca meglio come seconda punta, comunque.
D’ANGELO 7 Eccolo qua: se qualcuno era pronto a definirlo una promessa già andata, smaltito l’infortunio entra e dà spettacolo, come e più dell’anno scorso. Un palo, tante belle giocate, un dribbling ubriacante che poteva fruttare meglio. Bentornato Puffo, c’è bisogno di te.
EVANGELISTI 6 Entra nel finale, deve ancora maturare.
BIANCHI s.v. Pochi minuti. Sembra giocatore valido, ma con l’arrivo di Di Vicino gli spazi diventeranno ancora meno. Diventerà un gaucho triste?

GIUDICI 7 Due partite, sei punti. Oggi con qualche sofferenza. Da martedì tenterà di disegnare la Samb a sua somiglianza. Non sarà facile, perché il campionato lo deve vincere, il secondo posto è un insuccesso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 787 volte, 1 oggi)