SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si entra nel vivo del campionato. Sabato contro Ripa il Porto d’Ascoli dovrà indossare il miglior vestito per ammaliare l’avversario e continuare la scia positiva fin qua ottenuta.

E sarà una sfida al alta tensione: tanti ex da ambo le formazioni e un delicato match tra i fratelli Troiani, ancora una volta avversari.

Mister Sirocchi, la gara di sabato scorso è stata molto tirata ma alla fine ha premiato i suoi ragazzi per la cabarbietà.

«Sono stati bravi, hanno messo il cuore oltre l’ostacolo. Poi l’infortunio di Cipolloni è stato un grosso guaio ma loro non si sono disuniti anzi hanno creato maggiore compatezza per portare a casa il successo».

Appunto, l’infortunio di Cipolloni pregiudicherà il vostro cammino?

«E’ una grossa perdita ma non ci fasciamo la testa. Andiamo avanti lo stesso in attesa di recuperlo, spero presto».

Sabato a Ripa, sfida di ex e fratelli.

«Abbiamo diversi ragazzi che hanno giocato con la magli amaranto, e Marco avrà contro suo fratello Luca. Ci tengono a far bene, sono molto motivati e conto di uscire con un risultato positivo».

Occhi puntati, quindi, su Luca e Marco. «Siamo stati tante volte avversari ma questa partita ha un sapore particolare poiché mio fratello è un ex del Porto d’Ascoli e io gioco ora con questa squadra – ha esordito Marco Troiani – Viviamo questo momento in maniera serena. Gli faccio un grande in bocca al lupo e di non preoccuparsi perchè tanto segno io». E c’è da scommettersi visto che al momento è il capocannoniere del Porto d’Ascoli con due reti su due gare.

Non saranno dell’incontro Cipolloni, probabile rottura del collaterale e Straccia stirato. In forte dubbio Fiorino e Deogratias alle prese con una contrattura mentre Semini e Roma hanno fastidi al collo del piede e l’altro al tallone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 349 volte, 1 oggi)