ASCOLI PICENO – “Da due anni, nelle scuole delle province di Ascoli e Fermo si sta assistendo ad un cospicuo licenziamento di docenti e personale Ata”. A denunciarlo è Sinistra e Libertà, facendo riferimento alla riforma promossa dai ministri Maria Stella Gelmini e Giulio Tremonti che avrebbe colpito duramente anche il nostro territorio: “Ben 740 fra insegnanti ed Ata non avranno rinnovato l’incarico annuale, passando dalla già difficile condizione di precari alla totale mancanza di lavoro. Prosegue quindi il più grande licenziamento di massa della storia italiana con 131.500 posti in meno in tre anni in un settore, quello della scuola, strategico per lo sviluppo ed il benessere di un Paese”.

“Di fronte a questo scenario – proseguono i vendoliani – riteniamo che qualsiasi iniziativa a sostegno della scuola pubblica debba essere sostenuta con forza e quindi sarà presente per sostenere l’iniziativa della Cgil – Federazione Lavoratori della Conoscenza e del Coordinamento precari scuola “8 settembre” che sabato allestiranno un gazebo in viale Secondo Moretti, per informare i cittadini sulle condizioni e sui problemi della scuola ed invitarli a firmare a sostegno della scuola pubblica e in solidarietà con il personale precario”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)