MARTINSICURO – Colpi d’arma da fuoco, vetrate forate dai proiettili o spaccate dai colpi di mazze o spranghe. Sembrerebbe la scena di un film ma è stata invece la cruda realtà che si è verificata venerdì notte, intorno alle quattro, nella centralissima piazza Cavour, con due malviventi che, con il volto coperto da casco e a bordo di uno scooter, si sono resi protagonisti di un vero e proprio raid nei confronti di alcuni negozi della piazza. Atto vandalico o gesto intimidatorio? A stabilirlo saranno le indagini avviate dai Carabinieri della locale stazione, con al timone il maresciallo Antonio Romano. Fatto sta che nel centro di Martinsicuro si è verificato l’ennesimo episodio criminoso, dai connotati piuttosto inquietanti (dopo i furti, lo spaccio e le aggressioni) che non fa altro che alimentare il senso di paura ed insicurezza avvertito dai cittadini.

Ed è stato proprio uno di loro, la scorsa notte, dalla finestra della propria abitazione che affaccia sulla piazza ad essere testimone di quanto accaduto: ha sentito prima il rumore dello scooter percorrere l’isola pedonale della piazza e poi l’esplosione di colpi di arma da fuoco. Alcuni rivolti in aria, altri verso la vetrata dell’ex bar “Puerto de La Cruz”, attività commerciale ormai chiusa da diversi mesi. Come se non bastasse, i due balordi hanno poi rivolto le proprie attenzioni agli altri due bar presenti sulla piazza, il Centrale e il Caffè Cavour, colpendo serrande e vetrate probabilmente con delle mazze o delle spranghe, fortunatamente senza arrecare troppi danni. Dopodichè si sono dati alla fuga.

La segnalazione a Vigili Urbani e Carabinieri è avvenuta sabato mattina. Le forze dell’ordine si sono trovate davanti ad uno spettacolo desolante: vetri rotti per terra e quegli inquietanti fori di proiettile nella vetrata a testimonianza dell’atto criminale. Le indagini sono a tutto campo ma si spera di avere qualche elemento utile dalla telecamera di videosorveglianza installata sulla scuola elementare e che ha un’ottima visuale su tutta la piazza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 929 volte, 1 oggi)