OFFIDA –  Dopo la polemica sulla carenza dei servizi Start Spa da parte del capogruppo del Pdl offidano Simone Corradetti, anche il centro sinistra interviene con un’ analisi più approfondita riguardante i servizi di trasporto, non limitata solo alla tratta Offida-Ascoli Piceno. Pubblichiamo interamente la lettera inviata alla nostra redazione dal responsabile alle Politiche Giovanili del Pd di Offida, Massimo D’Angelo.

«Appoggio la polemica sollevata dal Capogruppo Pdl, Simone Corradetti, in merito alla non del tutto efficiente gestione della Start spa, addetta al trasporto pubblico. Tuttavia credo che il consigliere Corradetti abbia solo in parte evidenziato la deficienza della società stessa nello svolgere a pieno i servizi cui è deputata. Credo che più sul perché una piccola parte di studenti attenda quarantacinque minuti un autobus, occorra chiedere alla Start e alla Provincia, ente che controlla la società, all’assessore ai Trasporti Pubblici Filippo Olivieri, dello stesso colore di Corradetti, come mai nel nuovo anno scolastico abbiano aumentato i prezzi dei biglietti, abbiano aumentato il prezzo degli abbonamenti e abbiano cancellato ogni agevolazione per le famiglie che posseggono più figli studenti. A questo notevole rincaro dei prezzi, va aggiunta una riduzione in alcuni casi dei servizi. La tratta Offida San Benedetto per esmpio, recentemente, si è vista prolungare il tragitto deviando per il centro abitato di Acquaviva Picena, senza un grande riscontro da parte degli utenti, senza contare la mancanza di tempestività nel comunicare cambiamenti di orario delle varie corse e una fornitura frequente di pullman attempati senza adeguati comfort che in più di una occasione non sono arrivati al termine della corsa. La Start spa potrà sempre rispondere all’indirizzo abitativo del consigliere Corradetti: sono certo mi informerà».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 212 volte, 1 oggi)